Marzia Caruso vince il contest del Regio per dare un'immagine alla stagione

Torino: la studentessa ventiquattrenne disegna un'immagine per ogni titolo del cartellone

News
classica
La locandina di Marzia Caruso per "Il Diario di Anna Frank"
La locandina di Marzia Caruso per "Il Diario di Anna Frank"

Marzia Caruso ha vinto il contest che il Teatro Regio di Torino ha organizzato con l'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino per dare un'immagine alla stagione 2022 e a ogni singolo titolo operistico.

Dodici sono stati gli allievi selezionati e Marzia Caruso, pur non avendo mai visto un'opera lirica, ha vinto e così si presenta: «Sono, una ragazza di 24 anni che, dopo aver intrapreso e concluso il percorso triennale in Grafica d’Arte all’Accademia di Belle Arti di Catania, sta terminando il suo corso di studi in Arti Multimediali delle Reti all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Proprio quest’ultima, unita alla bellezza di Torino, mi hanno spinta a spostarmi da Noto. Dal 2019 ho collaborato a diversi progetti in veste di graphic e web designer, esperienze che mi hanno aiutato ad avvicinarmi al mondo del lavoro. Grazie all’Accademia Albertina ho partecipato al contest del Teatro Regio e, una volta ricevuto il briefing, mi è subito stata chiara la linea che avrei voluto presentare. I colori, rimandanti alla cultura Pop, credo siano in grado di parlare ai miei coetanei; le sagome, private del loro volto, sono capaci di portare maggiore attenzione al personaggio senza soffermarsi sull’artista che lo interpreta; la filigrana si associa sia all’effetto incisione sia al disturbo dello schermo digitale quando viene ripreso. Infine, l’uso dell’elemento architettonico del Teatro Regio della stella a otto punte progettato da Carlo Mollino, si presta in maniera efficace e potente come messaggero e simbolo del teatro stesso».

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Protagonista di un concerto tenuto lo scorso 14 gennaio, Lyniv nel 2022 dirigerà le opere Iolanta e Andrea Chénier, oltre a tre concerti sinfonici.

classica

Il chitarrista, saggista e didatta è scomparso a Vercelli il 14 gennaio all’età di 80 anni

classica

Il 20 gennaio dal Teatro Massimo di Palermo