JAZZMI, una all-star del jazz di oggi

Dal 1° al 10 novembre a Milano torna JAZZMI, con un ricco programma da Herbie Hancock a Ghostpoet

News
jazz
Ghostpoet - JAZZMI
Ghostpoet

Il piatto ricco, e orientarsi può essere difficile: JAZZMI occupa Milano (al Triennale Milano Teatro e al Blue Note, ma non solo) dal 1° al 10 novembre con oltre 190 eventi – su tre direttrici: la celebrazione dei big del jazz, un'attenzione al meglio della scena contemporanea e una ricca selezione del “nuovo che avanza”, con la direzione artistica di Luciano Linzi e Titti Santini.

Appartengono alla prima categoria, senza ombra di dubbio, Herbie HancockJohn McLaughlin, Archie SheppKenny Barron (in piano solo) – e, ovviamente, Enrico Rava, che festeggia i suoi 80 anni con il progetto Special Edition, che raccoglie anche suoi "discepoli" da tempo avviati a luminose carriere come Gianluca Petrella e Giovanni Guidi.

Intorno, il duo Stefano Bollani e Chucho ValdésSpyro GyraBugge Wesseltoft, il progetto Ronin di Nik Bärtsch, la tromba di Ambrose AkinmusireGianluigi Trovesi & Gianni Coscia, Enrico IntraPaolo Fresu... Ma anche proposte meno "canoniche" per il jazz come Melanie De Biasio, Ghostpoet o Kokoroko.

Ma si tratta solo degli eventi principali, da cartellone: il programma è davvero ricchissimo, e conferma JAZZMI tra gli appuntamenti nazionali più ricchi e originali.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

La selezione del jazz del mese secondo i giornalisti dello Europe Jazz Network

jazz

Torna, nei giorni intorno a capodanno, il consueto appuntamento invernale di Umbria Jazz, a Orvieto

jazz

Prende il via questa sera con Arve Henriksen e il Trio Mediæval la XXIV edizione della rassegna parmigiana