Due commissari al Bellini di Catania

In forse, per sciopero, l'inaugurazione del 16 gennaio

News
classica
E' di nuovo incandescente il clima interno al Teatro Massimo Bellini di Catania: lo scontro tra una parte delle organizzazioni sindacali e il sovrintendente Antonio Fiumefreddo (reintegrato ex lege alcuni mesi fa nelle sue funzioni dopo una complessa vicenda procedurale) si è fatto durissimo, ed ha portato all'annullamento delle produzioni previste tra fine novembre e metà dicembre 2009. Nel contempo, le dimissioni dell'intero Cda del Teatro hanno causato il suo commissariamento: l'organo è stato sostituito da un commissario di gestione politica (l'ex prefetto Anna Maria Cancellieri) e da un commissario ad acta (Giovanni Bologna), entrambi nominati dalla Giunta regionale, il secondo indicato dall'assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia, Lino Leanza. E' intanto in forse anche la serata inaugurale (16 gennaio) della stagione lirica 2010, con il Faust di Gounod: i sindacati sono intenzionati a non andare in scena se il sovrintendente non farà un 'passo indietro' analogo a quello del Cda.(a.m.)

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Torino: Se le nuvole il 10 febbraio all'Auditorium Rai Toscanini

classica

Al Palazzetto Bru Zane una rassegna di donne compositrici per il festival di primavera

classica

L’attuale direttore del Grand Théâtre di Ginevra prenderà il posto di Dietmar Scharz alla Deutsche Oper di Berlino