Chi era Andrew Weatherall in 10 canzoni

Un ricordo del DJ e produttore Andy Weatherhall in 10 brani, dai Primal Scream ai Two Lone Swordsmen 

Andrew weatherhall chi era
Andrew Weatherhall (foto dalla sua pagina Facebook)
Articolo
pop

Siamo stati improvvisamente raggiunti dalla notizia della scomparsa del produttore e DJ britannico Andy Weatherall a causa di un’embolia polmonare. Aveva solo 56 anni.

Weatherall è stato una figura chiave per la nascita e lo sviluppo dell’acid house, che ha contribuito a portare a un pubblico mainstream. Nel corso di una carriera trentennale ha lavorato con artisti del calibro di My Bloody Valentine, New Order, Chemical Brothers, Björk e, naturalmente, Primal Scream. Per esperienza diretta posso garantire che i suoi DJ-set erano un mix perfettamente equilibrato di divertimento, eleganza e cultura musicale.

Senza nessuna pretesa di esaustività, ricordiamo 10 momenti dell'incredibile carriera di Andy Weatherall.

«Genio è un termine abusato ma faccio fatica a trovarne un altro per definire Andrew Weatherall» - Irvine Welsh 

1. Primal Scream – "Loaded"

Remix di un brano precedente, "Loaded" diviene ben presto un inno per la cosiddetta E-generation.

2. Primal Scream – "Higher than the Sun (A Dub Symphony in Two Parts)"

Ancora da Screamadelica , terzo lavoro della band scozzese e grande successo commerciale.

3. My Bloody Valentine – "Soon"

Loveless incontra Screamadelica: per molti della mia generazione questo remix ha rappresentato la porta di uscita dall’indie verso il raving.

4. Sainte Etienne – "Only Love Can Break Your Heart "

Qui si capisce che Weatherall amava Augustus Pablo.

5. Happy Mondays – "Hallelujah (Vocal Remix con Paul Oakenfold)"

1990, sono le 4.00 del mattino e sto ballando sul cubo dello Studio 2. Mi fermo qui.

6. James – "Come Home"

Madchestaaaaa!

7. Wooden Shjips – "Crossing"

Nel 2012 Weatherall prende il gruppo psichedelico californiano e lo porta nei territori legnosi della Dub Band di Dennis Bovell.

8. Leftfield – "Swords (Two Lone Swordsmen Remix)"

Nel 1996 Weatherall e Tenniswood lasciano The Sabres of Paradise, diventano Two Lone Swordsmen e firmano per la Warp. Eccoli lavorare su un brano di Leftfield.

9. Two Lone Swordsmen – "Sex Beat (The Gun Club cover)"

Il brano dei Gun Club, presente in Fire of Love del 1981, viene stravolto per diventare una sorta di electrobilly.

10. The Asphodells – "One Minute’s Silence"

2013 e Weatherall con Timothy J. Fairplay forma gli Asphodells. Il brano è tratto da Ruled by Passion, Destroyed by Lust: una versione rallentata degli A.R. Kane che diventa un boogie elettronico nello stile dei Suicide. Non c’è altro d’aggiungere: un minuto di silenzio, grazie. 

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

pop

Giamaica, Francia, Nigeria, Singapore: dalla rete, il peggio della musica dedicata al corona virus (con un paio di eccezioni)

pop

Abbiamo chiesto a Gabriele Ferraresi, autore di Mad in ItalyManuale del trash italiano (1980-2020), di selezionare per noi 10 momenti musicali da ricordare

pop

Guida a quel che resta del live in Italia dopo la pandemia: pochi nomi internazionali, ma tocca accontentarsi