Giovani per le terre verdiane

Parma e Busseto ancora insieme: corsi, concorsi e iniziative nel nome di Verdi

Articolo
classica

Parma e Busseto ci riprovano e – nonostante la secolare contrapposizione nel nome di Verdi che si può rintracciare fin dalle celebrazioni del 1913 (con Arturo Toscanini impegnato nel piccolo teatro di Busseto e Cleofonte Campanini sul podio del Regio parmigiano) – ecco che in questo 2017 emergono diverse iniziative che accomunano i due centri delle cosiddette “terre verdiane” allo scopo di valorizzare giovani artisti e promuovere attività didattiche da un lato e cultura del territorio dall’altro.

Il Teatro Regio di Parma organizza il 55° Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in onore e memoria di Carlo Bergonzi, rivolto a tutti i giovani cantanti fra i 18 e i 32 anni, che si svolgerà a Busseto dal 13 al 18 giugno 2017. Le iscrizioni vanno inviate via e-mail entro il 20 maggio 2017 (per informazioni: segreteria del 55° Concorso Internazionale di Voci Verdiane, Tel. 0521 203955 - vociverdiane@teatroregioparma.it).

La giuria del concorso è recentemente stata nominata: presieduta dal Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo, la compagine giudicatrice vede la partecipazione di direttori e responsabili di alcune tra le più prestigiose case d’opera e istituzioni musicali di Francia, Spagna, Tenerife, Italia, Oman, Cina. A nominare i vincitori del Concorso, nelle due sezioni “Interpreti dell’opera La Traviata” e “Giovani Voci Verdiane”, saranno Alejandro Abrante (Intendente dell’Ópera de Tenerife), Valérie Chevalier (Direttore generale dell’Opéra Orchestre National Montpellier Occitanie), Umberto Fanni (Direttore generale della Royal Opera House di Muscat), Fulvio Macciardi (Direttore dell’area artistica del Teatro Comunale di Bologna), Joan Matabosch (Direttore artistico del Teatro Real di Madrid), Eytan Pessen (Pianista e vocal coach, già Direttore della Semperoper di Dresda e Direttore artistico del Teatro Massimo di Palermo), Cristiano Sandri (Responsabile della programmazione artistica del Teatro Regio di Parma), Qing Xiu (Direttore artistico della Stagione Lirica del Teatro di Chengdu, Cina). Per la sezione “Giovani Voci Verdiane” alla giuria si aggiungerà un membro del Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi”. La Giuria individuerà gli interpreti de La traviata, cui assegnerà un premio di euro 4.000 per i ruoli di Violetta Valéry, Alfredo Germont e Giorgio Germont e di euro 3.000 per i ruoli di Flora Bervoix, Annina, Gastone, Barone Douphol, Marchese d’Obigny, Dottor Grenvil. Al vincitore della Sezione “Giovani Voci Verdiane” sarà corrisposto un premio di euro 3.000 offerto da Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi”. I finalisti potranno eventualmente accedere, fino a un massimo di due, al Primo corso di alto perfezionamento in repertorio verdiano dell’Accademia Verdiana, qualora in possesso dei requisiti richiesti e i finalisti della sezione “Giovani Voci Verdiane” saranno coinvolti in concerti, produzioni e spettacoli in programma al Festival Verdi.

Altra iniziativa organizzata direttamente dal Regio parmigiano è l’Accademia Verdiana: un progetto di alta formazione che risponde alle finalità di conservazione, promozione e sviluppo del talento con particolare senso di responsabilità nei confronti delle nuove generazioni, coniugando la grande tradizione del melodramma con le trasformazioni dei linguaggi artistici e della comunicazione. L’Accademia Verdiana inaugura la propria attività con il Primo corso di alto perfezionamento in repertorio verdiano, realizzato con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, SIAE, in collaborazione con Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, Fondazione Accademia Musicale Chigiana, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole e con il patrocinio dell’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano e dell’Istituto nazionale di studi verdiani.

Il progetto è stato premiato dalla Società Italiana degli Autori ed Editori nell’ambito del bando “Sillumina-Copia privata per i giovani, per la cultura” diretto al sostegno alla creazione di residenze artistiche per promuovere la creatività dei giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori. Il Primo corso di alto perfezionamento in repertorio verdiano è rivolto a 10 cantanti lirici residenti in Italia di età compresa fra i 18 e i 35 anni, ai quali è offerta l’opportunità di conseguire una preparazione vocale, musicale e teatrale di eccellenza a titolo gratuito e ai quali sarà assegnata una borsa di studio di euro 1.000 e riconosciuto un rimborso spese. Le lezioni si svolgeranno, per una durata di 300 ore, nel periodo da settembre a dicembre 2017 presso il Teatro Regio di Parma, ove avranno luogo, dal 3 al 5 luglio, le selezioni dei candidati. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate via mail entro e non oltre il 5 giugno 2017 all’indirizzo accademiaverdiana@teatroregioparma.it. Il regolamento completo è disponibile su www.teatroregioparma.it.

Infine, un progetto a cura del Comune di Busseto è rappresentato da Verdi l’italiano, feste musicali a Busseto, iniziativa che mira a ricreare nei suoi luoghi – tra Busseto, Roncole e Villa Sant’Agata – in teatro, nelle vie, nelle cascine, nelle chiese, l’atmosfera culturale nella quale il Maestro crebbe e arrivò alla piena maturità artistica, per offrire esperienze autentiche e peculiari al viaggiatore curioso e all’appassionato verdiano, italiano e straniero in tutti i fine settimana fino al 31 luglio 2017: concerti ed eventi intorno alle recite de I masnadieri – opera che il Teatro Regio di Parma produce al Teatro di Busseto fino al 7 maggio – e alle serate finali del Concorso Internazionale Voci Verdiane il 17 e 18 giugno 2017.

La rassegna abbraccia alcuni appuntamenti di grande prestigio e valore anche simbolico, oltre al 55° Concorso Voci Verdiane, il concerto in ricordo del grande Carlo Bergonzi, masterclass affidate ad artisti quali Aprile Millo e Richard Bonynge e concerti di talenti giovani e giovanissimi. Non solo musica, ma anche iniziative che per la loro profonda autenticità sapranno amplificare il valore, il sapore, l’emozione, del viaggio culturale: sfilate di carrozze, raduni di mezzi d’epoca, incontri di bande, fiere dei più apprezzati prodotti del territorio. Manifestazioni che parlano della cultura, nel senso più profondo del termine, cultura che formò Verdi e la sua musica. Al progetto, realizzato in collaborazione con il Teatro Regio di Parma ed inserito nel programma “Da Monteverdi a Verdi - Cremona per Monteverdi” hanno aderito, anche con iniziative proprie, gli Amici di Verdi di Busseto, l'Associazione Bandistica Giuseppe Verdi di Busseto, il Circolo Lirico Europeo Falstaff, l'Associazione Le Terre Traverse che ha sede a Fiorenzuola (PC), Villa Verdi di Villanova sull'Arda (PC) il Museo Casa Barezzi, il Museo Renata Tebaldi e Renata Tebaldi Fondazione Museo (per approfondimenti: info@bussetolive.com, www.bussetolive.com).

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

classica

Intervista al regista Barrie Kosky, dal 2012 alla guida della Komische Oper di Berlino

classica

Il Saggiatore ripropone la raccolta di pezzi di critica musicale del pittore e poeta

 

classica

Firenze: parla il direttore artistico Domitilla Baldeschi