Transiti a Trento, fra Arto Lindsay e il Maghreb

Dal 13 novembre a fine aprile la rassegna del Centro Santa Chiara, al Teatro Sanbàpolis

News
oltre
Transiti 2017 Trento

Sei tappe per Transiti 2017, terza edizione della rassegna curata da Alberto Campo con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento, quest’anno dal 13 novembre al 18 aprile al Teatro Sanbàpolis. Sei tappe fra rock, ricerca, elettronica e musiche “oltre”, di confine, nel segno dei nuovi linguaggi musicali.

Si comincia con Arto Lindsay (13 novembre), fresco di pubblicazione in questo 2017 del piccolo capolavoro Cuidado Madame.

Secondo appuntamento di novembre (il 23) con William Basinski, compositore e manipolatore di suoni fra i più acuti interpreti di uno “spirito del tempo” di oggi, divenuto noto per la serie Disintegration Loops nei primi anni 2000.

Transiti riprende poi a febbraio con la cantante tunisina Emel Mathlouthi (8 febbraio), Lee Ranaldo con la sua band (6 marzo), i nostrani Julie’s Haircut – impegnati nella sonorizzazione del film di Josef von Sternberg The Last Command (6 aprile) e chiusura (28 aprile) con Marc Ribot Ceramic Dog, progetto elettrico del chitarrista americano con Shazad Ismaily al basso e Ches Smith alla batteria.

L’ingresso a tutti gli spettacoli costa 10 euro, ridotto a 5 per gli under 26.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

oltre

Alla Punta della Dogana di Venezia Ernst Reijseger, Laibach, Mouse on Mars, Laurel Halo e Matthew Herbert

oltre

Seconda edizione per New Echoes – rassegna di nuova musica svizzera: cinque appuntamenti fino ad aprile

oltre

Le categorie musicali degli Oscar 2018: outsider, alla prima candidatura, Sufjan Stevens e il chitarrista dei Radiohead