Una cupa Lucia

L'opera di Donizetti apre la stagione lirica Ancona-Jesi

Recensione
classica
Teatro delle Muse Ancona
Gaetano Donizetti
23 Settembre 2016
Opera inaugurale della stagione lirica congiunta dei due teatri di Ancona e Jesi, Lucia di Lammermoor ha impegnato un cast tutto al giovanile. Tra gli altri, hanno maggiormente goduto degli applausi del pubblico la Markovà, nel ruolo della protagonista, e Demuro in Edgardo. Agilissima nei passaggi più impervi, pura e cristallina in quelli a mezza voce e nei pianissimo, il giovane soprano praghese ha interpretato con sorprendente maturità un ruolo difficile che richiede perizia tecnica e doti espressive e di recitazione. Demuro, generosa voce tenorile, equilibrata in ogni registro, ha creato un personaggio pieno di pathos, non solo nelle inflessioni dei recitativi ma anche nel sentimentalismo dei cantabili. Belle voci tenorili anche quelle di Pierattelli e del coreano Moon, mentre meno duttili sono apparse, anche per una dizione non sempre chiara, le voci più gravi. L’allestimento ha privilegiato uno stile spoglio, totalmente privo di arredi e di qualsiasi figurativismo: solo uno scalone occupava una parte del palcoscenico, mentre lo sfondo era appena movimentato dalle diverse disposizioni di pannelli scorrevoli o tessuti stracciati. L’assenza di colore della scena, specchio dell’aridità e dell’ipocrisia dei personaggi maschili, trovava continuità nelle analoghe sfumature dei costumi di foggia ottocentesca, tra i quali solo il candore dell’abito di Lucia risaltava; per accendersi poi con una stola rossa nel momento della pazzia. La regia non ha dato spazio ai movimenti del coro, sempre statico a commentare l’azione, spesso inquadrato solo nelle silhouettes sullo sfondo biancastro. Grazioli ha diretto in modo accurato l’orchestra Rossini, nuova per Ancona, e apprezzabile sia negli impasti sonori che nei vari momenti solistici.

Interpreti: Lord Enrico Ashton - Giorgio Cadauro Lucia - Zuzana Markovà Sir Edgardo di Ravenswood - Francesco Demuro Raimondo Bidebent - Ugo Guagliardo Lord Arturo Bucklaw - Sehoon Moon Normanno - Manuel Pierattelli Alisa - Anastasia Pirogova

Regia: Federico Bertolani

Scene: Lucio Diana

Costumi: Lucio Diana

Orchestra: Orchestra Sinfonica "Rossini"

Direttore: Giuseppe Grazioli

Coro: Coro Lirico Marchigiano "Vincenzo Bellini"

Maestro Coro: Carlo Morganti

Luci: Michele Cimadono

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

classica

Roma: Herlitzka voce recitante e regista per un melologo da Lucrezio

classica

Brilla Enea Scala come Henri, nella versione francese dell'opera di Donizetti completata da Giorgio Battistelli

classica

Firenze: Sonnambula tra gli sciatori