Segni percussivi e creativi

Da Morris a Santiago Vazquez: conduction in Italia

News
oltre
Buone notizie per la musica improvvisata. Capita che a chi ragiona con la propria testa, come Henry Threadgill venga assegnato il premio Pulitzer e capita che il solco della conduzione creativa di Butch Morris venga rinnovato proprio da Threadgill con l’ultimo Old Locks And Irregular Verbs. E capita che in Italia, a Roma, stia finalmente per passare anche un altro ex allievo di Morris. In questo caso, i semi della conduzione-improvvisazione creativa di gruppo hanno germogliato a Buenos Aires. Ascoltare per credere la Bomba de Tiempo, orchestra di percussionisti che tutti i lunedì sera raccolgono da anni al centro Conex centinaia di ascoltatori e apprendisti innamorati dell’originale linguaggio sviluppato da Santiago Vazquez.

Percussionista e polistrumentista, a suo agio in ogni contesto, Vazquez è il fondatore di vari gruppi. Memore delle sperimentazioni di Morris,per La Bomba de Tiempo ha inventato un linguaggio di segni che permette di comporre e improvvisare interagendo in tempo reale con un collettivo orchestrale di percussionisti (e non solo). 
L’anno scorso ha dato forma al suo metodo e l’ha chiamato Ritmo e Percussioni con Segni (CERPS), traducendolo in un manuale specifico (pubblicato in spagnolo e inglese) che ha riscosso subito grande interesse anche in Europa, una sorta di enzima che sta generando collaborazioni e seminari, dalla Polonia alla Spagna, passando per Germania, Olanda e Belgio (dove collabora con Sysmo). Il nuovo tour europeo vede anche una masterclass intensiva a a Roma, il 28 e 29 maggio, a cura di Antonio Merola (antomurga@gmail.com), promotore delle prime esperienze CERPS in Italia.

Alessio Surian  

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

oltre

Dal 26 gennaio al 4 febbraio SEEYOUSOUND, l'International Music Film Festival di Torino

oltre

Non solo pizza nella Lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Intangibile dell’Umanità secondo l’organizzazione

oltre

La sessantesima edizione dei Grammy il 28 gennaio a New York City