Milano: il Quartetto apre con Mahler

Presentata la nuova stagione

News
classica
In occasione della presentazione del volume curato da Oreste Bossini "La musica borghese. Milano e la Società del Quartetto" (Archinto Edizioni), Paolo Arcà consulente artistico della Società del Quartetto di Milano ha illustrato per sommi capi il cartellone della prossima stagione. Ovvio che abbia un occhio di riguardo all'Expo e di fatto si prolungherà fino a giugno 2015 con alcuni concerti straordinari: Murray Perahia il 26 maggio con programma da definire, mentre quello dei Turchini di Antonio Florio (16 giugno) improntato al repertorio vocale e strumentale napoletano settecentesco è chiarissimo: "Frutti e pesci, pescatrici e tavernari". In sintonia col tema dell'Expo pure il concerto del 23 giugno con Europa Galante diretto da Fabio Biondi, che propone "La Foresta Incantata" di Gemignani. Ma anche la stagione vera e propria del Quartetto si adegua, tant'è che ha per titolo "Nutrire il pianeta, musica per la vita". Etichette promozionali a parte, da segnalare in primo luogo la stretta collaborazione con l'Accademia della Scala. Ne usciranno due concerti. L'inaugurale della stagione (21/10) con la Nona di Mahler nella versione da camera di Klaus Simon, diretta da Marco Angius e a novembre l'Orchestra dell'Accademia diretta da Fabio Lusi eseguirà Verklärte Nacht di Schönberg e la Quarta di Mahler. Inoltre l'Oratorio di Natale di Bach con la B'Rock Baroque Orchestra affidata a René Jacobs a dicembre, un concerto del giovane Jan Lisiecki a gennaio, ad aprile la serenata n.12 e la n.10 Gran partita di Mozart con l'Enseble Zefiro e tante altre soprese da scoprire su Quartetto. Per l'occasione il presidente Antonio Magnocavallo ha sottolineato che per il 90% la società si regge con propri mezzi, tra biglietteria e sponsor (una vita dura di cui andare giustamente fieri), e che tra le novità organizzative è da segnalare che tutte le stagioni concertistiche dal 1864 a oggi, interpreti compresi, sono ora consultabili su sito del Quartetto. Continueranno, come ormai tradizione, le prove aperte gratuite al mattino fino a esaurimento di posti.

Stefano Jacini

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto