Lugano in musica

Dal 22 settembre la nuova stagione al LAC

News
classica
Dal 22 settembre 2016 riparte la nuova stagione di LuganoMusica nella nuova sala del Lugano Arte e Cultura (LAC), centro culturale dedicato alle arti visive, alla musica e alle arti sceniche. La programmazione della nuova stagione, che si concluderà nel giugno del 2017, riparte con la seconda parte del ciclo dedicato a Igor Stravinsky con l’esecuzione della “Sacre du Printemps” eseguita dalla Royal Philharmonic Orchestra diretta da Charles Dutoit. Numerose le orchestre di prestigio presenti nella rassegna: l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Termikanov (13 novembre), l’Amsterdam Baroque Orchestra con Ton Koopman (18 dicembre), l’Orchestra Mozart, l’ultima creatura di Claudio Abbado che riprende dopo la morte del maestro, diretta da Bernard Haitink (8 gennaio), la Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fischer (14 marzo) e l’Accademia di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano (7 maggio). Naturalmente, di casa sarà l’Orchestra della Svizzera italiana impegnata in vari concerti con la direzione di Nicholas Collon (18 gennaio), Markus Poschner (16 febbraio) e Antonello Manacorda (14 aprile). Per la prima volta un titolo operistico, anche se in forma di concerto, è inserito in cartellone: si tratta della “Bohème” di Puccini con i complessi del Teatro Regio di Torino diretti dal direttore stabile Gianandrea Noseda. La violinista Julia Fischer sarà quest’anno l’artista in residenza a Lugano, un impegno che la vedrà protagonista di numerosi concerti: con la pianista Milana Chernyavska, con la BBC Philharmonic e in duo con il violoncellista Daniel Müller-Schott. Di rilievo anche i recital in programma che vedranno la partecipazione di Maurizio Pollini (5 ottobre), Pierre-Laurent Aimard (18 ottobre), Arkadij Volodos (5 dicembre) e Jan Lisiecki (28 gennaio). Nel ricco cartellone spazio anche alla musica contemporanea con le giornate monografiche al Teatrostudio dedicate a Henri Dutilleux e György Kurtág e documentari prodotti dalla RSI dedicati a Hermann Scherchen, Silvano Bussotti, Luigi Dallapiccola e Mauricio Kagel.

S.N.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

L’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam annuncia i nomi dei direttori che sostituiranno Daniele Gatti dopo il suo licenziamento

classica

In un articolo del "Washington Post" al direttore italiano erano state mosse accuse di molestie sessuali, confermate da alcune orchestrali