Butterfly Blues

Il 6 dicembre al Teatro dell'Arte di Milano con la compagnia Controluce teatro d'ombre

News
classica
E' un singolare omaggio a Puccini e a "Madama Butterly” lo spettacolo "Butterly Blues" che Controluce teatro d'ombre propone al Teatro dell'Arte di Milano il 6 dicembre alle 20,45 nell'ambito del Progetto "Madama Butterfly in città" organizzato dal Comune di Milano intorno allo spettacolo inaugurale della stagione del Teatro alla Scala. Non è una messa in scena dell'opera realizzata con il teatro d'ombre ma una riflessione sul fragile personaggio femminile pucciniano e su Puccini. Il testo dello spettacolo è di Rosa Mogliasso e inizia con Puccini nel suo letto d'ospedale a Bruxelles con gli aghi della terapia infilzati in gola come una farfalla...chi è la donna che lo accudisce? Un'infermiera? Butterfly? La morte? Lo spettacolo d'ombre, con diversi schermi che descrivono non solo gli ambienti ma anche gli spazi psicologici dei personaggi, è accompagnato dalle musiche di Puccini e da nuovi interventi musicali di Andrea Chenna, il progetto, la drammaturgia, la messinscena e la regia sono di Controluce teatro d'ombre, la compagnia fondata nel 1994 da Cora De Maria, Alberto Jona e Jenaro Meléndrez Chas, i movimenti coreografici sono di Antonella Usai e Marco Intraia, disegno luci Simona Gallo, costumi Sita Singh, la voce recitante è Eliana Cantone. In campo musicale la compagnia Controluce teatro d'ombre ha realizzato applauditi spettacoli come "Didone e Enea”, "Il Carnevale degli animali", "Il Corno magico del Fanciullo" e le regie di opere come "Il Pirata” e "La Straniera” di Bellini al Landestheater Niederbayern di Passau. www.controluce.org

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Ad Ancona due nuove produzioni per la stagione 2018: Cenerentola e Un ballo in maschera

classica

Presentato il programma 2018 dell'Istituzione Universitaria dei Concerti, dal 16 ottobre fino a maggio

classica

Il workshop di perfezionamento sulla musica barocca under 30, tra selezioni, approfondimenti e ospiti d’eccezione