Bolzano: cambio al vertice per la lirica

Il Teatro "passa" all'Orchestra Haydn

News
classica
Il teatro di tradizione di Bolzano lascia la Fondazione Teatro e Auditorium e passa nelle mani della Fondazione Orchestra Haydn. In un incontro con la stampa nazionale che precedeva la rappresentazione di Faust al Teatro Comunale di Bolzano, è stata annunciata ieri sera ufficialmente la notizia che da diversi giorni si insinuava negli ambienti artistici delle due province: grazie ad un'intesa tra gli assessorati alla cultura delle provice di Trento e di Bolzano assieme alla Fondazione Teatro e Auditorium di Bolzano, il Centro Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento e la Fondazione Orchestra Haydn di Bolzano, la programmazione delle stagioni sinfoniche, della lirica e della danza si fondono da oggi in una sinergia a livello regionale. Questo nuovo respiro regionale può sembrare ovvio per il resto d'Italia, ma in una realtà particolare come quella del Trentino Alto Adige non lo è affatto. In questo luogo di confine la divisione territoriale tra le due province non è solo una questione geografica, ma nasce nelle differenze sociali e culturali di due popolazioni diverse e l'Orchestra Haydn risulta essere l'unico ente a scavalcare i confini provinciali. «Bolzano è un teatro di tradizione a vocazione regionale» dichiara Chiara Zanoni Zorzi, presidente della Haydn «e fin dall'inizio il nostro cda ha interpretato il suo mandato regionale cercando di trasformare le collaborazioni occasionali in collaborazioni strutturate». Dalla prossima stagione, dunque, il cartellone della danza sarà gestito dal Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento, mentro quello sinfonico e lirico verrà gestito dalla Fondazione Haydn e proporrà una ventina di concerti e cinque opere su cinque teatri (Teatro Sociale e Auditorium di Trento, Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano nonché il rinnovato Teatro Zandonai di Rovereto). Di conseguenza anche il progetto didattico Haydn&Education, che da anni si occupa della formazione dei ragazzi e dei docenti della regione attraverso i concerti sinfonici, si allargherà anche al repertorio operistico. Sul sito dell'Orchestra Haydn è già stato caricato il bando per la ricerca di un responsabile della progettazione lirica (Haydn) per il prossimo triennio. m.c.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto