La vicenda Armellini al Conservatorio di Padova

Leonora Armellini al centro delle polemiche per aver vinto un concorso nell’istituto diretto dal padre: è già caso politico

News
classica
 Leonora Armellini
Leonora Armellini

Sin dai tempi del suo debutto, con la vittoria del Concorso pianistico Premio Venezia a soli tredici anni, le polemiche sul conto di Leonora Armellini, a onor del vero, non sono mai mancate. E proprio in questi giorni, la notizia dell’assegnazione della classe di Pratica e Letteratura Pianistica/Pianoforte Complementare presso il Conservatorio Cesare di Pollini di Padova ha acceso un’altra discussione, dato che l’istituto è attualmente diretto dal padre Leopoldo Armellini e che all’interno del corpo docenti figura anche la madre Lorella Ruffin.

Per il concorso, assicura il Direttore del Conservatorio, è stata istituita una commissione terza al fine di valutare le 98 candidature nel rispetto della piena imparzialità. Tra i criteri di valutazione del bando, rientrano l’attività artistica svolta, punto di forza della giovane pianista che a soli 26 anni ha tenuto più di 500 concerti in tutto il mondo, l’esperienza di insegnamento e i titoli di studio.

Nonostante la presenza nella stessa graduatoria di un’altra candidata, anche lei figlia di docenti impegnati nello stesso conservatorio, la polemica sembra essere unicamente indirizzata a Leonora Armellini. Il motivo reale, secondo le preoccupazioni del direttore Leopoldo Armellini, potrebbe rintracciarsi nella sua candidatura politica con il Movimento 5 stelle alle elezioni del 4 marzo, che, secondo le sue stesse dichiarazioni, avrebbero causato malcontento in città.

Alla commissione non rimane altro che valutare i ricorsi fatti recapitare nei cinque giorni successivi la pubblicazione della graduatoria provvisoria, resa pubblica lo scorso 8 novembre con una classifica di merito dei 93 candidati considerati idonei e nella quale non figura il punteggio per ciascun candidato, come previsto dall’articolo 6 del bando in oggetto.

Stupisce, a questo punto, l'assenza di reazioni per la graduatoria di Pianoforte principale, pubblicata provvisoria già lo scorso 24 luglio, all’interno della quale Leonora Armellini risulta idonea al sesto posto con un punteggio totale di 72,7. Ma il caso, dunque, sembra non finire qui.
 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentato a Venezia il programma delle attività culturali e musicali della Fondazione “Giorgio Cini” per il 2019 

classica

Un interessante volume dedicato a Giorgio Strehler e i suoi scenografi

classica

Presentati i risultati dell’edizione 2018 della manifestazione di Parma