Recensioni OnLine


Celebrazione di un classico scenotecnico

Rinaldo
di Haendel


organizzatore
Teatro Alighieri

comune
Ravenna

regione
Emilia Romagna

nazione
Italia

telefono
0544 249244


Riparte da Ravenna lo stupefacente e inossidabile "Rinaldo" di Pier Luigi Pizzi

I nostri teatri sopravvivono con le "opere di repertorio": parole e musica che risuonano uguali da secoli, mentre le immagini scorrono differenti ad ogni allestimento. Ben di rado anch'esse si fissano immobili, in un testo visivo da tramandare unitamente al testo verbale e al testo musicale, come un classico della regia lirica: per 30 anni sembrò (in Italia e all'estero) che non si potesse rappresentare altra "Cenerentola" che quella di Ponnelle; alla Scala da 50 non si vede altra "Bohème" che quella di Zeffirelli. Lo stesso accade al "Rinaldo" di Pizzi, che dal 1985 (luogo di nascita: Reggio Emilia) accompagna l'esecuzione dell'opera di Händel da Venezia a Lecce, da Lisbona a Seoul. O per meglio dire, l'esecuzione di una versione assai rimaneggiata dell'opera di Händel, con tagli, spostamenti e fin scambio di personaggi imposti dall'allestimento stesso, che potevano aver senso negli anni della prima riscoperta dell'opera barocca, ma che oggi costituiscono il limite di questo classico registico, altrimenti ancora vivissimo e frizzante per spettacolarità e inventiva. Dantone, con la sua Accademia Bizantina, porta a compimento quanto rimase solo abbozzato nel "Rinaldo" agli Arcimboldi con l'Orchestra della Scala (2005): timbri antichi e nuovi nello stesso tempo, stacchi serratissimi, tante inedite sottolineature agogiche e dinamiche. Cantanti (De Liso, Schiavo, Invernizzi, Novaro, Adam) tutti di buon livello e ben consapevoli dello stile richiesto da Händel, artisti con 10 e più anni di carriera alle spalle che affrontano con facilità e sicurezza parti un tempo considerate ben ardue e un unico limite, forse, nel non saperci emozionare con le loro pur belle voci quanto l'allestimento riesce ancora, a un quarto di secolo dalla nascita, con i suoi colori e le sue luci.

Marco Beghelli


data prima
20 Aprile 2012

scheda cast
Krystian Adam (Goffredo), Maria Grazia Schiavo (Almirena), Marina De Liso (Rinaldo), Riccardo Novaro (Argante), Roberta Invernizzi (Armida), Antonio Vincenzo Serra (Mago cristiano), William Corrò (Araldo), Lavinia Bini (Sirena)

regia
Pier Luigi Pizzi

scene
Pier Luigi Pizzi (Serena Rocco assistente alle scene)

costumi
Pier Luigi Pizzi (Lorena Marin assistente ai costumi)

coreografo
Roberto Maria Pizzuto

orchestra
Accademia Bizantina

direttore
Ottavio Dantone

luci
Vincenzo Raponi

note
Coproduzione Teatro Alighieri di Ravenna, I Teatri di Reggio Emilia, Teatro Comunale di Ferrara. Allestimento del Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia (1985).


ricerca delle rol

Parole chiave:
Genere:
Data:
Periodo:
    




© 2014 EDT Srl - Via Pianezza, 17 - 10149 Torino - Partita IVA 01574730014