Un omaggio a Madrid

Al Teatro de la Zarzuela una nuova produzione della Gran Vía di Federico Chueca

Recensione
classica
Teatro de la Zarzuela, Madrid, Spagna
FEDERICO CHUECA y JOAQUÍN VALVERDE
05 Giugno 2016
A Madrid le parole che finiscono in “d” vengono di solito pronunciate come se finissero in “z”, e così il nuovo spettacolo al Teatro della Zarzuela ideato dal regista Miguel del Arco e costruito attorno alla più celebre zarzuela di Chueca (in realtà una vera e propria rivista), La Gran Vía, è stato intitolato: Como está Madriz!. La vicenda originale della Gran Vía (1886) è allegorica, una scanzonata parodia degli autos sacramentales del teatro religioso spagnolo, dove le personificazioni non sono qui i vizi o le virtù della teologia, ma le strade di Madrid in preda al panico per la notizia dell’apertura della nuova grande strada che sancirà per alcune la scomparsa, per altre una mutilazione. C’è anche Doña Municipalidad contro cui queste insorgono, e un Paseante, l’equivalente dell’Everyman del teatro medievale, che fa da filo conduttore ai vari episodi. La regia ha giustamente attualizzato il canovaccio, aumentando gli episodi e i personaggi e facendo riferimenti espliciti alla situazione politica spagnola a poche settimane dalle elezioni; scelte che hanno fatto discutere i tradizionalisti e hanno dato il pretesto a un gruppetto di facinorosi di organizzare un’azione di disturbo durante una delle recite. In realtà, si può avere da ridire sulla lunghezza eccessiva dello spettacolo, ma il tono del rimaneggiamento è stato abbastanza fedele allo spirito con cui nacque l’opera: uno spirito di divertimento popolare, bonariamente dissacrante, un po’ sgangherato e allegro, insomma il ritratto dei quella città che si vuole omaggiare nel titolo. Pochi, in proporzione alle parti parlate, i momenti musicali, ma sempre messi in risalto dall’abilità degli interpreti, a loro agio nel canto come nella recitazione. Mattatore della serata, Paco León, attore televisivo spigliato e perfetto nella parte dell’uomo della strada.

Interpreti: CANTANTI:MARÍA REY-JOLY, LUIS CANSINO, AMELIA FONT, ÁNGEL RUIZ, CARLOS CROOKE, PEDRO QUIRALTE, ISABELLA GAUDÍ, AMPARO NAVARRO ATTORE:PACO LEÓN

Regia: Miguel Del Arco

Direttore: José María Moreno

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

classica

L’ensemble Stradella Y- Project diretto da Andrea De Carlo ha presentato Editta, vergine e monaca, regina d’Inghilterra di Alessandro Stradella

classica

Oren sul podio e la regia di Vizioli

classica

Ad Assisi il St. Jacob’s Chambers Choir diretto da Gary Graden protagonista di una serata emozionante