Falstaff nei luoghi verdiani

Lucca: Brillante allestimento firmato Cristina Muti

Recensione
classica
Teatro del Giglio Lucca
Giuseppe Verdi
13 Dicembre 2013
Dopo l'esordio a Ravenna, fa tappa sul palcoscenico del “Giglio” l'ultima opera di Verdi. Una rappresentazione gradevole, apprezzabile per idee registiche e prassi esecutiva, ben concepita e realizzata superando agevolmente le difficoltà strutturali della partitura. Le ambientazioni scelte sono i luoghi strettamente legati a Verdi (la casa delle Roncole, la Villa di Sant'Agata, l'interno del teatro di Busseto), riprodotti mediante videoproiezioni ed utilizzo di essenziali elementi scenografici: la regia di Cristina Muti coniuga l'economia finanziaria dell'allestimento con un risultato acuto e per nulla oleografico, esaltato da un sapiente disegno luci e cura per i particolari nei costumi. Bene amalgamato e molto corretto, anche scenicamente, tutto il cast vocale: Kiril Manolov è un Falstaff molto misurato e consapevole del proprio ruolo; assai brillanti e con intensa verve espressiva Elisa Balbo (Alice), Anna Malavasi (Meg), Isabel De Paoli (Quickly) e Damiana Mizzi (Nannetta), interpreti molto ben scelte per i loro rispettivi ruoli. Buona preparazione per il resto della compagnia. Nicola Paszkowski imprime una lettura nel complesso scorrevole, leggermente diluita (atto II) da stacco di tempi strettamente metronomici: venialità assolte dal risultato complessivo e suffragato dal costante equilibrio tra buca e palco; equilibrate e brillanti pure le sonorità in orchestra, compatto ed omogeneo il coro. Roberto Del Nista

Note: Foto di Maurizio Montanari Nuovo allestimento. Produzione Ravenna Festival, in coproduzione con Teatro del Giglio di Lucca, Fondazione Teatri di Piacenza, Teatro dell'Opera Giocosa di Savona, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Interpreti: Sir John Falstaff, Kiril Manolov - Ford, Francesco Landolfi - Fenton, Alessandro Scotto Di Luzio Dott. Cajus, Giorgio Trucco - Bardolfo, Matteo Falcier - Pistola, Graziano Dallavalle - Mrs. Alice Ford, Elisa Balbo - Nannetta, Damiana Mizzi - Mrs. Quickly, Isabel De Paoli - Mrs. Meg Page, Anna Malavasi - L’Oste della Giarrettiera, Fabrizio Petrachi - Robin paggio di Falstaff, Michael D’Adamio

Regia: Cristina Mazzavillani Muti

Scene: Ezio Antonelli

Costumi: Alessandro Lai

Corpo di Ballo: "DanzActori" Trilogia d'autunno

Orchestra: Orchestra Giovanile Luigi Cherubini

Direttore: Nicola Paszkowski

Coro: Coro del Teatro Municipale di Piacenza

Maestro Coro: Corrado Casati

Luci: Vincent Longuemare

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

classica

Dido and Aeneas, Ariadne auf Naxos, L’angelo di fuoco e la novità Seven Stones al Festival d’Art lyrique di Aix-en-Provence

classica

Siena: Stimmung per l'Accademia Chigiana

classica

Il controtenore Franco Fagioli nel Lucio Silla di Mozart presentato al Badisches Staatstheater di Karlsruhe