Un duo per la Ruhrtriennale

Stefanie Carp e Christoph Marthaler guideranno il festival dal 2018 al 2020

News
classica
Christina Kampmann, Ministro per Cultura dello stato federale del Nordrhein-Westphalia, ha nominato Stefanie Carp e Christoph Marthaler alla guida della Ruhrtriennale per il triennio 2018-2020. Nell’annunciare le nomine, il ministro ha commentato: “Stefanie Carp è una delle donne di teatro di più alto profilo in Europa. Le produzioni di Christoph Marthaler vengono presentate nei festival tutto il mondo. Il loro comune lavoro artistico, negli anni di Zurigo, è leggendario.” Mentre lo svizzero Marthaler è una personalità molto nota nel panorama teatrale europeo (è dello scorso anno il conferimento del Leone d’Oro della Biennale di Venezia alla carriera), non meno prestigiosa è la carriera della consulente alla drammaturgia e direttrice di istituzioni culturali Stefanie Carp. Nata a Amburgo nel 1956, in anni recenti Carp è stata alla guida della programmazione teatrale delle prestigiose Wiener Festwochen, dopo i successi e i riconoscimenti ottenuti allo Schauspiel di Zurigo negli anni della sovraintendenza di Marthaler, durante i quali è stata condirettrice e responsabile della drammaturgia. Tutti di tono positivo i commenti dopo le nomine. “Sono molto felice che il duo Carp-Marthaler dal 2018 abbia la possibilità di sviluppare delle nuove entusiasmanti creazioni.” Ha detto l’attuale direttore Johan Simons. “Entrambi scriveranno una nuova pagina nella storia della Ruhrtriennale come festival del rinnovamento. Una scelta buona e giusta.” Sui programmi, i diretti interessati ovviamente ancora non si sbilanciano limitandosi a apprezzamenti di circostanza. “Il bello della Ruhrtriennale è che questo festival non tollera ciò che è convenzionale”, ha dichiarato Stefanie Carp che ha aggiunto: “La Ruhrtriennale estende l’esperimento al grande formato. E quindi mi permette di mettere insieme scoperte e concezioni di produzioni che rompono i confini fra generi della mia esperienza di festival internazionali.” Dal canto suo, Marthaler aggiunge: “Ho cominciato la mia carriera di artista in garage, buffet delle stazioni e fabbriche. Sono contento di poter ricreare le mie forme di teatro musicale nelle speciali architetture della Ruhrtriennale.” Stefano Nardelli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto