Tempo Reale Festival anno ottavo

Firenze: il Festival dal 26 settembre

News
classica
"Rewind, Musiche non lineari" è il concetto guida dell'ottava edizione (26 settembre - 10 ottobre) del Tempo Reale Festival, prodotto e organizzato dal centro fiorentino di ricerca e produzione sulla musica elettroacustica fondato da Luciano Berio e diretto da Francesco Giormi, che ha appena goduto di un consistente rimpolpamento della sua quota FUS in riconoscimento dell'imponente attività e progettualità di questi anni. E dunque un festival "non lineare", osserva Francesco Giomi, perché riesplora-riavvolge eventi e generazioni, confrontando nuove leve e maestri storici, a partire da tre figure fondamentali nell'ambito della musica elettronica e elettroacustica e non solo, ossia Bernard Parmegiani di cui verrà proposto il 2 ottobre alla Limonaia di Villa Strozzi un ampio estratto dal suo poema elettroacustico "La Création du Monde" (1996), Luc Ferrari con "Exercises d'improvisation" (1977) e "A' la recherche du rythme perdu" (1978) il 9 ottobre sempre alla Limonaia, con il pianista Ciro Longobardi, e infine Terry Riley di cui riascolteremo il 10 alla Limonaia, in conclusione del festival, il mitico "In C" (1964) assieme a "Appendice alla perfezione" per 14 campanelle di Sciarrino e ad un'importante prima assoluta di Yuval Avita (nella foto), il tutto eseguito da un ampio ensemble di strumenti e sintetizzatori che risponde al suggestivo nome-acronimo di Tree ossia Tempo Reale Electroacustic Ensemble. Ma il "riavvolgere" questi maestri nelle proprie odierne esperienze non è l'unica linea guida del TRF 2015, che più che mai si apre alla città, ai suoi luoghi e ai suoi suoni: ad esempio, la fantastico e purtroppo non valorizzata archeologia industriale dell'ex Manifattura Tabacchi ospita in apertura di festival le performances degli artisti di Sound Art (il 26 nel pomeriggio), il Parco di Villa Vogel sarà il luogo di un percorso-istallazione che riunisce generi di musica e danza dalla musica tradizionale toscana al sound africano (27, nel pomeriggio), e naturalmente alla Limonaia ci sarà spazio per la sperimentazione più innovativa nell'ambito del live set, della musica acusmatica, del connubio con la videoarte. Moltissime le collaborazioni, dall'Istituto Francese al Progetto SIAE-Classici di oggi, programma completo su Temporeale

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La scomparsa del baritono: aveva 55 anni

classica

Napoli: Fanciulla del West diretta da Valčuha

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi