Targhe Tenco, i vincitori

Lolli, Brunori Sas, Loguercio e D'Alessandro, Ginevra Di Marco e Lastanzadigreta per il Tenco 2017

News
pop

Un anno difficile per il Premio Tenco: sconvolgimenti interni e polemiche hanno portato alle dimissioni dello storico direttore artistico, Enrico de Angelis, e l'intera manifestazione sembra in riassetto. A dispetto di ciò, le Targhe Tenco – il prestigioso premio assegnato da oltre 200 giornalisti specializzati – va avanti, e ha annunciato i vincitori, dopo le nomination della settimana scorsa. Sono Claudio Lolli per il miglior album in assoluto, Brunori Sas per la miglior canzone ("La verità"), Canio Loguercio e Alessandro D'Alessandro per l'album in dialetto (QUI la recensione), Ginevra Di Marco per l'album di interprete (ne abbiamo parlato QUI) e Lastanzadigreta per l'opera prima.

Le Targhe saranno consegnate nel corso della Rassegna della canzone d'autore, al Teatro Ariston di Sanremo dal 19 al 21 ottobre prossimi.  

Targhe Tenco 2017: le nomination  

ALBUM IN ASSOLUTO DELL'ANNO (DI CANTAUTORE)  

Baustelle, L’amore e la violenza Paolo Benvegnù, H3 Brunori Sas, A casa tutto bene Edda, Graziosa utopia Le luci della centrale elettrica, Terra Claudio Lolli, Il grande freddo   

ALBUM IN DIALETTO (DI CANTAUTORE)   

Cesare Basile, U fujutu su nesci chi fa? Foja, ’O treno che va Gabriella Lucia Grasso, Vussia cuscenza Canio Loguercio e Alessandro D'Alessandro, Canti, ballate e ipocondrie d’ammore Pupi di Surfaro, Nemo profeta   

OPERA PRIMA (DI CANTAUTORE)   

Blindur, Blindur Colombre, Pulviscolo Lastanzadigreta, Creature selvagge Mara Redeghieri , Recidiva Carlo Valente, Tra l'altro     

INTERPRETE DI CANZONI NON PROPRIE   

Gerardo Balestrieri, Covers Teresa De Sio, Teresa canta Pino Ginevra Di Marco, La Rubia canta la Negra Dimartino / Fabrizio Cammarata, Un mondo raro Gang, Calibro 77    

CANZONE SINGOLA   

Baustelle, "Amanda Lear" (Francesco Bianconi - Diego Palazzo) Brunori SaS, "La verità" (Dario Brunori) Michele Gazich, "Storia dell'uomo che vendette la sua ombra" (Michele Gazich) Loguercio e D'Alessandro, "Ballata dell’ipocondria (o del vibrione innamorato)" (Canio Loguercio - Alessandro D'Alessandro) Ermal Meta, "Vietato morire" (Ermal Meta)  

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

pop

È morto il compositore e arrangiatore, Premio Oscar nel 1996 e fra i maestri della canzone italiana

pop

Dopo la laurea honoris causa a Pavia, anche l’Università di Parma celebra il cantautore di Asti

pop

Torna in tour in Italia Nick Cave con i Bad Seeds: date a Padova, Milano e Roma