Studiare il Mediterraneo a Napoli

Un convegno dal 21 giugno

News
classica
Da martedì 21 giugno a sabato 25 giugno si svolgerà il Convegno Internazionale di Studi “Musicians in the Mediterranean: Narratives of MovementMusicisti del Mediterraneo: Narrazioni di Movimento”, organizzato dal Conservatorio San Pietro a Majella Di Napoli e dall’Università l’Orientale di Napoli. Per la prima volta il gruppo di studio sulla musica del Mediterraneo Mediterranean Music Studies sorto in seno all’International Council for Traditional Music (ICTM) e presieduto da Ruth Davis (Università di Cambridge) tiene a Napoli (21-26 giugno 2016) il suo primo convegno insieme alla International Musicological Society (IMS) che raccoglie i musicologi storici di tutto il mondo sotto la presidenza dell’italiano Dinko Fabris. Le giornate di studio si svolgeranno presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” ed il Conservatorio San Pietro a Majella, altro partner importante è l’ISMEO – International Association for Mediterranean and Oriental Studies, presieduto da Adriano Rossi.

Il Convegno vedrà la partecipazione di più di sessanta studiosi provenienti da università e centri di ricerca del Nord Africa, Americhe ed Europa che illustreranno e discuteranno ricerche sul tema Musicians in the Mediterranean: Narratives of Movements, ovvero la musica come narrativa e i musicisti come narratori di movimenti, migrazioni di persone, culture e civiltà attraverso il tempo e lo spazio. I partecipanti focalizzeranno il tema comune su generi musicali, repertori, strumenti, stili e pratiche musicali esplorando trasformazioni, interazioni e scambi nello spazio storico-geografico del Mediterraneo. Le giornate di studio sono inoltre arricchite da concerti di musicisti provenienti da Italia, Turchia, Spagna, Inghilterra, Francia, Tunisia e dalla comunità kurda in Europa. Il Convegno sarà aperto martedi 21 giugno alle ore 14 presso il Rettorato dell’Università L’Orientale (Palazzo Dumesnil, Via Chiatamone) dalla Rettrice Elda Morlicchio e dal Direttore del Conservatorio di Napoli Elsa Evangelista. Seguirà alle 18,30 una visita guidata a Palazzo Donn’Anna con un concerto riservato ai partecipanti al convegno con cantate barocche napoletane eseguite dal Dipartimento di musica antica del Conservatorio di Napoli. Ims

G.V.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La scomparsa del baritono: aveva 55 anni

classica

Napoli: Fanciulla del West diretta da Valčuha

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi