Studiare ad Urbino

Il Festival dal 18 luglio

News
classica
Organizzato annualmente dalla FIMA (Fondazione Italiana per la Musica Antica) il Festival di Musica Antica di Urbino, giunto quest'anno alla Quarantasettesima edizione, si svolgerà dal18 luglio al 14 agosto sotto la direzione artistica di Marcello Gatti. Intensa e ricca la programmazione, che accanto ai concerti prevede anche una mostra di strumenti antichi e vari corsi di specializzazione. I concerti spazieranno dalla tradizione popolare, con le Tarantelle del Rimorso interpretate da Pino di Vittorio, al periodo classico, attraverso il repertorio rinascimentale e barocco. Tra gli appuntamenti più interessanti si segnalano il concerto del 24 luglio intitolato Unitate Melos: I Virtuosi Maestri Accademici Filarmonici di Bologna, con l' Ensemble Ab Chordis, che propone un percorso di musica sacra intorno a Padre Martini e ai maestri Colonna, Perti, Torelli della prestigiosa accademia bolognese. Di rilievo anche Flos Florum - Simbologia del numero e devozione mariana nella polifonia franco-fiamminga (musiche di G. Dufay, J. Ockeghem, J. Desprez , A.Brumel, J. Obrecht) il 25 luglio con l' Ensemble vocale Odhecaton. Il 26 luglio, nel Cortile d'Onore di Palazzo ducale, l'Orchestra barocca del Festival UMA, guidata da Alfredo Bernardini, eseguirà alcuni estratti da The Fairy Queen di Purcell. E poi ancora tanti appuntamenti con Bach, Haendel, Monteverdi, Mozart, Scarlatti, i compositori della corte francese di Luigi XV. Per il concerto finale del 14 agosto, che coincide con la Festa del Duca che si tiene ad Urbino proprio dal 14 al 16 agosto, l'ensemble Bella Gerit presenterà un programma di musiche ambientate alla corte di Urbino nel Rinascimento: brani scritti da musicisti attivi nel XVI secolo a Urbino, conservati in preziosi manoscritti come il 'Medici Codex 1518' e dedicati ai potenti mecenati locali: il Duca Guidubaldo II della Rovere, suo fratello, il Cardinale Giulio Feltrio della Rovere, e Lorenzino de'Medici. Accanto ai concerti i corsi di specializzazione, aperti tanto ad allievi professionisti che ad appassionati dilettanti: la masterclass di canto affidata a Sara Mingardo (nella foto), il corso di canto madrigalistico tenuto da Alessandro Quarta, il corso di clavicembalo tenuto da Rinaldo Alessandrini, quello di ornamentazione tenuto da Enrico Gatti oltre ai corsi di flauto dolce, trombone, violino barocco, liuto, oboe. E ancora, "Urbino Musica Giovani", il corso per i giovani musicisti di ogni livello (di età compresa tra i 6 e i 16 anni) invitati a confrontarsi attraverso lo studio delle più belle pagine del repertorio antico e barocco. Tutte le informazioni sui corsi sul sito Fima . Consueto corollario dei corsi è la ventesima edizione dell'esposizione di strumenti antichi, che si terrà il 25 e il 26 luglio presso il foyer del Teatro Sanzio e che accoglierà per un week end liutai italiani e stranieri oltre che case discografiche ed editori musicali.

l.f.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto