Puccini e la seduzione

Federico Fornoni ha vinto il Premio Rotary Giacomo Puccini

News
classica
Federico Fornoni è il vincitore della quarta edizione del "Premio Rotary Giacomo Puccini Ricerca 2014". Il suo progetto, dal titolo "Scene di seduzione nell'opera italiana del secondo ottocento: da Rigoletto a Madama Butterfly", ha convinto all'unanimità la commissione esaminatrice, composta da Arthur Groos (Presidente), Gabriella Biagi Ravenni, Virgilio Bernardoni, Michele Girardi, Raffaele Domenici, Vittorio Armani, Simone Soldati e Gaetano Giani Luporini. La ricerca di Fornoni affronta il tema della seduzione connesso ai suoi mutamenti e trasformazioni nella produzione operistica italiana nel periodo compreso tra la trilogia di Verdi (Rigoletto, Trovatore, Traviata) fino a Madama Butterfly di Puccini. Il tema della seduzione è un elemento costante della drammaturgia pucciniana, dagli esordi fino a Turandot; in particolare qui si analizzano le soluzioni adottate da Puccini messe in relazione con la tradizione musicale precedente ed inserite nel contesto della produzione internazionale a lui contemporanea. Federico Fornoni ha conseguito nel 2008 il Dottorato di Ricerca in Musicologia presso il Dipartimento di Scienze Musicologiche e Paleografico-Filologiche presso l'Università degli studi di Pavia (sede di Cremona); in precedenza si era laureato in Musicologia nel medesimo ateneo. Attualmente insegna Storia della musica all'Istituto Superiore di Studi Musicali «G. Paisiello» di Taranto, è coordinatore artistico di Musicom.it, casa di produzione musicale di Milano, ed è corresponsabile del settore Ricerca, Didattica e Editoria della Fondazione Donizetti di Bergamo. Tra i ventidue progetti a carattere internazionale pervenuti, la commissione ha inoltre segnalato meritevoli di menzione speciale i progetti di Manfred Giampietro (Col baglior d'una pupilla. Giacomo Puccini e la forza delle immagini) e di Daniela Tortora (Puccini e la poetica degli stati d'animo: la svolta 'futurista' del Trittico.) Il "Premio Rotary Giacomo Puccini Ricerca"nasce nel 2005 su idea del Centro studi Giacomo Puccini, in accordo con il Rotary Club e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Il riconoscimento assegna ad uno studioso di qualsiasi nazionalità che intenda svolgere ricerche di argomento pucciniano. La ricerca si articola in due anni e si conclude con la presentazione di uno studio monografico, eventualmente pubblicabile dal Centro studi Giacomo Puccini. Scopo precipuo del Premio è l'ampliamento della ricerca ed il reclutamento di nuovi studiosi pucciniani.

Roberto Del Nista

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto