Premio D'Aponte, sarà Rachele Bastreghi la madrina

Il premio dedicato alle cantautrici il 27 e 28 ottobre a Aversa

News
pop

Da 13 edizioni è il punto di riferimento per le giovani cantautrici in Italia: è il Premio Bianca D'Aponte di Aversa, dedicato alla memoria della musicista prematuramente scomparsa nel 2003 e riservato alle autrici e interpreti. I lavori per l'edizione 2017 – 27 e 28 ottobre – sono in pieno svolgimento.

Intanto, è stata diffusa la lista delle 10 finaliste, selezionate da un'ampia giuria di giornalisti e operatori specializzati: sono Patrizia Capizzi da Caltanisetta con “Meu jogo”, Marta De Lluvia da Recanati (MC) con “Mai abbastanza”, Marialuisa De Prisco da Gesualdo (AV) con “Va tutto bene”, Francesca Marì da Taranto con “Clochard”, Fede ‘N’ Marlen da Napoli con “Le cose restano lì”, Federica Morrone da Castel San Giorgio (SA) con “Alice”, Ilaria Mureddu da Torino con “Il nostro universo” , Frida Neri da Fano (PU) con “Di porpora e neve”, Nòe da Menfi (AG) con “Manifesto di un giorno X”, Francesca Romana Perrotta da Lecce con “Io sono l’egoista”. La vincitrice, che sarà scelta e annunciata l'ultimo giorno della rassegna, si aggiudicherà un tour di otto concerti, grazie alla collaborazione con NuovoImaie.

Annunciata anche la madrina – e presidente di giuria – del Premio: sarà Rachele Bastreghi dei Baustelle, che si esibirà nel corso del festival anche in un brano di Bianca D'Aponte. I giorni del Premi saranno anche un'occasione per ricordare Fausto Mesolella, storico direttore artistico del D'Aponte scomparso nel marzo di quest'anno.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

pop

Paul Simon si ritirerà dall'attività live al termine del Farewell Tour: le ragioni in una lettera

pop

Arctic Monkeys, Björk, Nick Cave e The National fra i "big" del Primavera di Barcellona (e Cesare Basile fra gli italiani)

pop

Muore a 60 anni il cantante dei The Fall, gigante della musica inglese