Piacenza in jazz

Fino a marzo il festival piacentino, fra big del jazz e tante proposte "off"

News
jazz
È di nuovo tempo di jazz, a Piacenza: dal 13 febbraio al 19 marzo la città emiliana vivrà di musica con i protagonisti di questa tredicesima edizione appena iniziata. Grandi nomi del jazz internazionale e un calendario fitto di appuntamenti: workshop, jazz brunch, performance, lezioni-concerto, presentazione di libri, ritratti sonori… Tutto suonerà in jazz, persino il "Piedibus", che al mattino accompagnerà a scuola i piccoli studenti al ritmo di una marching band. Non semplicemente eventi collaterali, dunque, ma un vero e proprio “festival nel festival” perché sono davvero tante le proposte e i nomi affermati del jazz italiano – insieme ai molti giovani talenti – che suoneranno per il PJF in vari luoghi di Piacenza e della sua provincia.

Dopo il concerto d’apertura di sabato 13 febbraio con la Brussels Jazz Orchestra (special guest Enrico Pieranunzi e Jean-Paul Estiévenart: lo abbiamo recensito qui) il PJF suonerà “… in Bach?” (sabato 20 al Municipale) con il duo di pianoforte Ramin Bahrami e Danilo Rea, ovvero il pianista classico e il pianista jazz, insieme, nel nome di Bach.
Si proseguirà poi con “Duke” – ovvero l’omaggio al Duca del jazz – Fabrizio Bosso Quartet & Paolo Silvestri Ensemble (il 28 presso la Galleria Alberoni di Piacenza) e il concerto con Bireli Lagrène, Antonio Faraò, Larry Willis, André Ceccarelli (domenica 6 marzo a Fiorenzuola). E ancora un altro “due pianoforti”: al PJF torna Kenny Barron, questa volta in duo con Dado Moroni (9 marzo al Conservatorio Nicolini) per uno dei concerti-evento di questa edizione 2016.
Grande attesa infine per l’altra serata-evento con il Dave Holland trio (feat. Kevin Eubanks e Obed Calvaire) venerdì 11 marzo, in collaborazione con Jazz Network – Crossroads.

Il cartellone chiuderà con lo spazio riservato come sempre ai nuovi talenti del jazz italiano: il pianista Francesco Orio in trio, il gruppo RCT (Lorenzo Blardone, Marco Rottoli, Riccardo Chiaberta) e il “B-Chord Vocal Jazz Duo” (Lorenzo Sansoni – Francesco Nasone), tutti vincitori del “Chicco Bettinardi” edizione 2015, il concorso abbinato al PJF. I vincitori dell’edizione 2016 appena conclusa saranno invece premiati in occasione del Galà di fine Festival sabato 19 marzo allo Spazio “Le Rotative”. Per il programma completo: www.piacenzajazzclub.it

(maddalena schito)

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

La selezione del jazz del mese secondo i giornalisti dello Europe Jazz Network

jazz

Addio al musicista americano, fondatore della AACM

jazz

Fino al 12 dicembre ParmaJazz, il festival diretto da Roberto Bonati