Nabucco rivoluzionario in Arena

Verona: il festival da 23 giugno

News
classica
Il gong che dà il via alla rappresentazione suonerà il 23 giugno (a Verona il sipario non c’è) e il novantacinquesimo Festival Lirico dell’Arena di Verona prenderà il via con Nabucco, ma intanto sono già in vendita i biglietti per l’edizione 2018 che si aprirà il 22 giugno con Carmen. Ma andiamo con ordine: lo spettacolo inaugurale è un nuovo allestimento di Nabucco (nella foto) con regia e costumi di Arnaud Bernard e le scene di Alessandro Camera, sul podio c’è Daniel Oren, cantano George Gagnidze, Walter Fraccaro, Stanilasv Trofimov, Tatiana Melnychenko, Carmen Topciu (repliche fino al 26 agosto). Il regista racconta di essere rimasto particolarmente colpito dalla scena iniziale di “Senso” di Visconti (“La pira” alla Fenice di Venezia con lancio di volantini contro gli austriaci):«Questa scena così efficace e significativa ha segnato profondamente la mia fantasia, per cui non ho potuto resistere alla tentazione di unire il Risorgimento e l’opera di Verdi quando ho accettato di realizzare la regia di Nabucco all’Arena di Verona, città dove gli austriaci sono stati presenti per quasi mezzo secolo». Dal 24 giugno va in scena Aida con la regia di Carlus Padrissa e Alex Ollé, dirige Julian Kovatchev, mentre dal 28 luglio (sul podio Andrea Battistoni) verrà riproposta l’Aida nell’allestimento storico firmato da Gianfranco de Bosio ispirato all’Aida del 1913. Ancora Verdi con Rigoletto dal 1° luglio (Kovatchev sul podio), nel quale si alterneranno Amartuvshin Enkhbat, Carlos Alvarez e Leo Nucci nel ruolo del protagonista. Regia e scene di Zeffirelli per Madama Butterfly diretta da Jader Bignamini con Oksana Dyka, Marcello Giordani e Alessandro Corbelli. Il 17 luglio sul palco ci sono “Roberto Bolle and Friends” mentre il 21 luglio Placido Domingo canta la sua amata Zarzuela. Dal 5 agosto va in scena Tosca (regia, scene, costumi e luci di Hugo de Ana) con la direzione di Antonino Fogliani e le voci di Susanna Branchini, Murat Karahan e Ambrogio Maestri. A ferragosto Oren dirige la Nona di Beethoven. Nel 2018 dopo Carmen ci saranno ancora due allestimenti di Aida (Zeffirelli e de Bosio), Turandot (Zeffirelli), Nabucco (Bernard), Barbiere di Siviglia (de Ana), e due “serate evento” ancora da svelare”. Arena

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La scomparsa del baritono: aveva 55 anni

classica

Napoli: Fanciulla del West diretta da Valčuha

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi