L'Osn Rai a Pesaro

Sarò l'orchestra del Rof per tre anni

News
classica
Il Rossini Opera Festival diventa la casa estiva dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Sarà infatti il complesso che ha sede a Torino, la nuova orchestra principale del Rof per i prossimi tre anni. Così presenta l’accordo la Sovrintendente dell’Orchestra Rai Paola Carruba: «Siamo particolarmente felici di questa nuova collaborazione con uno dei più prestigiosi festival italiani e internazionali. La partecipazione è nata inizialmente per alcuni concerti nelle edizioni 2018 e 2019. Più recentemente si è creata la possibilità di partecipare al ROF sin da quest’anno, e come orchestra principale. È  nato così un nuovo accordo per un progetto più articolato e pluriennale. L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai è nota per la sua versatilità, che le consente di passare con disinvoltura dal grande repertorio sinfonico alla musica contemporanea, toccando anche la musica da camera e naturalmente l’opera, che proponiamo con regolarità nelle nostre stagioni, o in appuntamenti speciali come sono stati La traviata a Parigi, Rigoletto a Mantova e La Cenerentola a Torino, trasmesse in diretta in mondovisione. Il Rossini Opera Festival rappresenta quindi una nuova importante occasione per misurarci con il repertorio operistico e con la produzione di un compositore per il quale l’orchestra, insieme alle voci, svolge un ruolo altamente significativo. Oltre ai titoli operistici, l’OSN Rai sarà chiamata ogni anno a interpretare i grandi capolavori sinfonico-corali di Rossini, a partire dallo Stabat Mater che concluderà l’edizione di quest’anno». Il Sovrintendente del Festival Gianfranco Mariotti afferma: «Siamo molto soddisfatti della nuova intesa con una delle più importanti orchestre italiane di livello internazionale, e lo siamo in particolare per il significato strategico che sia noi che la Rai attribuiamo al fatto che l’accordo sarà poliennale. Partiamo quindi da una solida  base di obiettivi chiari e condivisi. Al ROF 2017 l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai sarà impegnata in tre produzioni: Le siège de Corinthe, prima assoluta in edizione critica diretta da Roberto Abbado e messa in scena da La Fura dels Baus, che inaugurerà il Festival il 10 agosto; La pietra del paragone, riallestimento della produzione del ROF 2002 diretta da Daniele Rustioni e firmata da Pier Luigi Pizzi, in scena dall’11 agosto; lo Stabat Mater che chiuderà il Festival il 22 agosto, nuovamente con Daniele Rustioni sul podio».  

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il 26 giugno nel Ridotto dei Palchi "Claudio Abbado e la riscoperta di Fierrabras", un incontro per ricordare la rinascita moderna dell'opera nel 1988 a Vienna

classica

Presentata la nuova stagione del Palau de les Arts

classica

Un grave lutto ha colpito la IUC e tutto il mondo musicale romano e italiano