L’opera del Principato

Nascono i “Musicien du Prince” con la direzione artistica della Bartoli

News
classica
Presentata nel Principato di Monaco la nuova stagione dell’Opéra di Montecarlo. La vera novità è la nascita dei Musiciens du Prince, orchestra su strumenti originali, la cui direzione artistica è affidata a Cecilia Bartoli. “Con i Musiciens du Prince faremo rivivere la vecchia tradizione della musica di corte, comee era d’uso nell’epoca delle grandi corti reali e principesche europee” spiega la cantante romana, “Sono fiera di servire in questo modo la famiglia principesca, il Principato e i monegaschi di cui mi sento un po’ la loro musicista di corte.” Dopo il concerto inaugurale dell’8 luglio seguito da tournée europea, nella prossima stagione l’orchestra accompagnerà la stessa Bartoli nella “La Cenerentola” in forma di concerto diretta da Diego Fasolis il 4 febbraio al Forum Grimaldi e quindi in tournée europea fino alla fine del mese. Per il resto, pre-apertura il 22 ottobre a parte – con il classico “Il fantasma dell’opera”, film del 1925 con Lon Chaney protagonista, con le improvvisazioni pianistiche di Jean-François Zygel – la stagione scorre lungo i rassicuranti binari della tradizione. Il 13 novembre Leo Nucci sarà protagonista del “Nabucco” nella produzione di Leo Muscato e le scene di Tiziano Santi per il Teatro Lirico di Cagliari con la direzione di Giuseppe Finzi. Si prosegue l’11 dicembre con la versione concertante di “Maria Stuarda” di Donizetti diretta da Antonino Fogliani con Laura Polverelli e Annick Massis nei panni delle due sovrane rivali. Il 20 gennaio Sonia Yoncheva sarà Manon nell’opera di Massenet con la direzione di Alain Guingal, la regia di Arnaud Bernard e le scene di Alessandro Camera. Il “Tannhäuser” nell’insolita versione parigina in francese si potrà vedere dal 19 febbraio con la direzione di Nathalie Stutzmann, la regia di Jean-Luis Grinda e con protagonista José Cura. Altra concertante il 5 marzo per “Simon Boccanegra” che avrà la direzione di Pinchas Steinberg e Ludvic Tézier, Sondra Radvanovsky e Ramón Vargas fra gli interpreti. Dall’Opéra di Losanna il 23 marzo arriva “Il barbiere di Siviglia” nella produzione di Adriano Sinivia, che a Montecarlo sarà diretto da Corrado Rovaris e avrà Mario Cassi, Dmitry Korchak, Annalisa Stroppa e Bruno De Simone fra gli interpreti. Chiusura di stagione il 23 aprile con “Il trovatore” con la direzione di Daniel Harding e la regia di Francisco Negrin e Francesco Meli, Maria Agresta, Nicola Alaimo e Marina Prudenskaja nel cast. Completa il cartellone un programma di recital con le presenze di Bryn Terfel (4 novembre), Jonas Kaufmann (12 dicembre), Nathalie Stutzmann (4 marzo) e Hélène Grimaud (6 aprile).

s.n.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La scomparsa del baritono: aveva 55 anni

classica

Napoli: Fanciulla del West diretta da Valčuha

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi