L’opera arriva in Arabia Saudita

Il primo teatro lirico nel Regno saudita aprirà a Gedda nel 2022

News
classica
Mohammad bin Salman Al Sa'ud
Mohammad bin Salman Al Sa'ud

Lo sforzo di apertura dell’erede apparente al trono saudita, Mohammad bin Salman Al Sa'ud, investe anche la cultura del paese e la musica. Nel corso della presentazione del calendario degli eventi programmati per il 2018, il capo dell’Autorità Generale per l’Intrattenimento, Ahmed Al-Khatib, ha annunciato l’intenzione di dotarsi di un teatro lirico di livello mondiale come parte del piano di riforme della monarchia saudita. La nuova struttura, una vera rivoluzione in un paese nel quale la musica era proibita fino a pochi anni fa, sorgerà a Gedda, città portuale sul Mar Rosso, e dovrebbe aprire i battenti nel 2022. “Non parliamo di progetti”, ha chiarito Al-Khatib “L’attuazione è iniziata e proseguirà fino a raggiungere il livello che desideriamo e i più elevati standard internazionali.”

Oltre all’annuncio del piano per la costruzione del nuovo teatro, Al-Khatib ha anche riferito che nel 2018 sono previsti circa 5000 eventi sostenuti dall’Agenzia in 56 città, un deciso aumento rispetto ai 2000 del 2017. Nel complesso, l’investimento previsto in attività culturali e di intrattenimento nella prossima decade dovrebbe arrivare a 64 miliardi di dollari provenienti sia dal governo che dal settore privato. Intanto, per l’organizzazione degli eventi si sono fatte avanti circa 500 società. “Nel passato, gli investitori sarebbero usciti dal paese per produrre i loro lavori e li avrebbero fatti circolare anche in Arabia Saudita,” ha affermato Al-Khatib, “mentre oggi un cambiamento è in atto e tutto quello che ha a che fare con l’intrattenimento verrà realizzato qui.” Affermazioni che confermano la volontà di diversificazione delle attività economiche del paese, come esposto nel programma Vision 2030, il piano strategico elaborato dal Consiglio per gli affari economici e di sviluppo guidato dal principe ereditario Mohammad bin Salman Al Sa'ud. Nel 2017 l’industria dell’intrattenimento ha impiegato oltre 17 mila cittadini sauditi e l’obiettivo è di raggiungere i 220 mila addetti nel 2018.

Se il primato del primo teatro nel mondo di cultura araba lo vanta l’Egitto ottomano con il Teatro chediviale dell'Opera al Cairo inaugurato nel 1869, il nuovo teatro di Gedda conferma il recente risveglio di interesse per l’opera lirica nella penisola arabica: all’apertura dell’Opera Reale di Muscat nel Sultanato dell’Oman nel 2011 (attualmente guidato dall’Italiano Umberto Fanni), hanno fatto seguito nel 2016 l’Opera di Dubai e lo Sheikh Jaber Al-Ahmed Cultural Centre in Kuwait , mentre ad Abu Dhabi si attende il completamento del nuovo Performing Arts Centre progettato da Zaha Hadid.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Due operine tascabili e concerti di musica italiana, serba, spagnola ed inglese al festival marchigiano

classica

Ad Ancona due nuove produzioni per la stagione 2018: Cenerentola e Un ballo in maschera

classica

Presentato il programma 2018 dell'Istituzione Universitaria dei Concerti, dal 16 ottobre fino a maggio