L'Archivio Chailly a Trento

Partiture e lettere del compositore all'Archivio provinciale di Trento

News
classica
Luciano Chailly
Luciano Chailly

L’archivio di Luciano Chailly (secondo la notizia riportata dal quotidiano "Metro")  ha lasciato la città di Milano per raggiungere Trento. Si tratta di una raccolta di partiture, tra cui quelle dei suoi lavori con Buzzati, manoscritti inediti, locandine e articoli che saranno riordinati e custoditi ad opera dell’Archivio provinciale della Soprintendenza per i beni culturali della provincia autonoma di Trento. Questa città di provincia è stata scelta dai figli del celebre compositore, che fu anche direttore artistico della Scala negli anni ’70, sia per aver offerto migliori garanzie di fruibilità rispetto ad altre importanti istituzioni musicali italiane, sia per essere da sempre, il Trentino, luogo di elezione della famiglia Chailly per i momenti di riposo, scelta anche per la sepoltura dello stesso compositore e della moglie. 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il direttore inglese è il nuovo direttore artistico di Anima Mundi

classica

Ravenna: la quarta edizione dell'Italian Opera Academy

classica

La rassegna fino al 31 ottobre nella Provincia di Alessandria