L'angelo di Adès a Salisburgo

Anche un nuovo oratorio di Peter Eötvös al festival 2016

News
classica
Una novità aprirà l'edizione 2016 del Festival di Salisburgo il prossimo 22 luglio. Si tratta de "L'angelo sterminatore" (The Extrerminating Angel), la nuova opera in due atti del britannico Thomas Adès (nella foto) su un libretto di Tom Cairns ispirato all'omonimo film di Luis Buñuel. Adès e Cairns saranno anche direttore e regista del lavoro coprodotto con Londra e Copenhagen di cui saranno interpreti Ann Sofie von Otter, Charles Workman, Thomas Allen e John Thomlison fra gli altri. Oltre all'opera di Adès, il Festival proporrà altre due nuove produzioni: "Die Liebe der Danae" diretta da Franz Welser-Möst e con la regia di Alvis Hermanis (protagonista Kressimira Stoyanova) e "Faust" di Gounod, per la prima volta sulla scena salisburghese, in un allestimento firmato da Reinhard von der Thannen e la direzione di Alejo Pérez (protagonisti Piotr Beczala, Maria Agresta e Ildar Abdrazakov). Completata nel 2015, torna in scena la trilogia Mozart-Da Ponte firmata dal regista Sven-Eric Bechtolf affidata a tre direttori diversi: Ottavio Dantone ("Le nozze di Figaro"), Alain Altinoglu ("Don Giovanni") e Dan Ettinger ("Così fan tutte"). In arrivo dal Festival di Pentecoste di Cecilia Bartoli, si rivedrà "West Side Story" anche nell'estate salisburghese. Tre le opere in forma di concerto: "Manon Lescaut" con Anna Netrebko diretta da Marco Armiliato, "Thaïs" con Sonya Yoncheva e Placido Domingo diretti da Patrick Fournillier e la rarità di Otto Nicolai "Il templario" con i Wiener Philharmoniker diretti da Andrés Orozco Estrada con Joyce diDonato e Juan Diego Flórez. Nel programma musicale, corposa è la presenza di musica religiosa con "La creazione" di Joseph Haydn diretto da Yannick Nézet-Séguin, la "Missa salisburgensis" di Franz Ignaz Biber nella Cattedrale di Salisburgo e la prima esecuzione dell'oratorio "Halleluja, Oratorium balbulum" di Peter Eötvös. Fra le orchestre ospiti, la Filarmonica della Scala diretta dal suo neo-direttore Riccardo Chailly. Fra gli appuntamenti con la musica contemporanea, omaggio a György Kurtág e Fredrich Cerha in occasione del 90° compleanno e un concerto dedicato a musiche di Thomas Adès. Si chiude il 31 agosto.

s.n.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto