La stagione europea del Palazzetto Bru-Zane

Nuovo festival a Berlino e omaggio a Charles Gounod nei festival a Venezia e Parigi

News
classica
Sempre più europeo il respiro dei programmi del Palazzetto Bru-Zane per la stagione 2017/18. Oltre ai tradizionali appuntamenti nella sede veneziana e al festival parigino di giugno, dal 1° al 3 dicembre Berlino accoglierà nelle sale del Radialsystem il primo Festival del Bru-Zane con una selezione di concerti da camera con musiche di molte delle recenti riscoperte degli attivissimi ricercatori del Centro di Musica romantica francese.

A Venezia confermati i due tradizionali festival di musica da camera nella seicentesca sede del Centro. Il primo, in programma dal 23 settembre al 4 novembre, sarà dedicato al prolifico compositore praghese di nascita e naturalizzato francese Antoine Reicha “musicista cosmopolita e rivoluzionario”, la cui produzione cameristica per archi e fiati sarà al centro dei nove concerti del cartellone che prevede anche conferenze e la pubblicazione di due CD (il primo dedicato a una selezione di musica da camera con i solisti della Chapelle musicale Reine Elisabeth, e il secondo a una selezione di opere per pianoforte con Ivan Ilic) e partiture poco note del comopositore. Fra il 7 aprile e il 5 maggio il secondo festival sarà dedicato a “Charles Gounod, mistico o sensuale?” con 8 concerti in programma, principalmente dedicati alle mélodie e alla produzione cameristica per archi e pianoforte (Roberto Prosseda fra gli interpreti), oltre alla Messa vocale a cappella “Les sept paroles du Christ sur la croix” con il Coro della Radio Flamande diretto da Hervé Niquet. In coincidenza con il festival, il Palazzetto presenterà due CD dedicati alle mélodie con il baritono Tassis Christoyannis accompagnato da Jeff Cohen e uno dedicato ai quartetti per archi con il Quartetto Cambini-Paris (altre uscite previste in gennaio con musiche religiose, le composizioni del Prix de Rome e pezzi pianistici con Roberto Prosseda al pianoforte). Oltre ai due festival, il programma veneziano prevede anche dei fuori programma con due operette in un atto di Hervé “Le compositeur toqué” e Jacques Offenbach “Les deux aveugles” presentate in un allestimento di Lola Kirchner il 11 e 12 febbraio nel quadro del Carnevale, e un concerto dedicato a Nadia e Lili Boulanger l' 8 marzo in occasione della giornata internazionale dei diritti delle donne.

Charles Gounod (nella foto) al centro anche del ricco programma del 6° Festival del Palazzetto Bru-Zane a Parigi con una selezione di concerti di musica da camera del festival veneziano oltre a due produzioni operistiche: la macabra “Nonne sanglante” all’Opéra Comique dal 2 al 12 giugno in un allestimento di David Bobbé con l’Insula Orchestra e il Coro Accentus diretta da Laurence Equilbey, e il “Faust” nella prima e meno nota versione del 1859 con dialoghi parlati con Les Talents Lyriques diretti da Christophe Rousset al Théâtre des Champs-Elysées il 14 giugno. Nel cartellone parigino figurano anche la lunga notte del quartetto francese (il 1 giugno), il concerto “Muses d’Orient” con esotismi di d’Indy, Ravel, Roussel, Debussy e Schmitt eseguiti dall’Orchestre de Paris diretta da Fabien Gabel (il 9 giugno), e l’operetta “Le P’tites Michous” di André Messager con la Compagnia Les Brigands (dal 19 al 29 giugno).

Stefano Nardelli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto