La nuova stagione dell'Opera di Vienna

Sei nuove produzioni e una nuova sala per l'opera per i più piccoli

News
classica
Presentato a Vienna dal direttore Dominique Meyer (nella foto) il programma della prossima stagione dell'Opera di Stato della capitale austriaca, che sarà inaugurata il prossimo 4 settembre con Rigoletto (che sarà anche videoproiettato in diretta nella Rathausplatz) e che prevede circa 234 serate di opera, 51 di balletto, 5 concerti, 6 recital vocali oltre a concerti cameristici e 40 rappresentazioni destinate ai bambini. Delle 54 opere in cartellone, sei saranno le nuove produzioni: Macbeth di Verdi diretto da Alain Altinoglu con Ludovic Tézier, Ferruccio Furlanetto, Tatiana Serjan e la regia di Christian Räth (prima il 4 ottobre 2015); Hänsel und Gretel di Humperdinck diretto da Christian Thielemann e la regia di Adrian Noble (prima il 19 novembre 2015); Il caso Makropulos di Janácek diretto da Jakub Hrůša e la regia di Peter Stein, protagonista Laura Aikin (prima il 13 dicembre 2015); Tre sorelle di Péter Eötvös diretto dallo stesso compositore e con la regia di Yuval Sharon (prima il 6 marzo 2016); Turandot di Puccini diretta da Gustavo Dudamel e la regia di Marco Arturo Marelli con Lise Lindstrom, Johan Botha e Anita Hartig (prima il 18 aprile 2016). Altra novità della stagione 2015-16 è la nuova sede della stagione dedicata al pubblico più giovane, lo Stadttheater nella Walfischgasse, che prenderà il posto della tensostruttura sul tetto dell'Opera. In cartellone le produzioni di Undine di Albert Lortzing e Pünktchen und Anton di Iván Eröd ma anche la prima assoluta di Fatima, oder von den mutigen Kindern di Johanna Doderer il 23 dicembre (direttore Benjamin Bayl, regia di Henry Mason). Anche nella prossima stagione 45 rappresentazioni verranno diffuse in diretta via internet nel programma WIENER STAATSOPER live at home. La diffusione prevede due canali: il primo per un totale fisso della scena e il secondo con primi piani e telecamere in movimento. Appuntamento tradizionale il 4 febbraio 2016 quando la sala dell'Opera verrà trasformata in un salone da ballo per la Sessantesima edizione dell'Opernball.

Stefano Nardelli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto