La nuova stagione della Staatsoper di Vienna

Si apre con “Il giocatore” di Sergej Prokof’ev

News
classica
Circa 350 aperture di sipario, con oltre 220 spettacoli d’opera, 53 serate di balletto, concerti sinfonici e da camera, recital vocali e numerosi spettacoli d’opera per bambini: sono i numeri della nuova stagione della Staatsoper di Vienna presentati dal direttore generale Dominique Meyer (nella foto). Accanto al tradizionalmente folto cartellone del repertorio, sei le nuove produzioni in programma. Si inaugura il 4 ottobre con il nuovo allestimento de “Il giocatore” di Sergej Prokof’ev firmato da Karoline Gruber e la direzione di Simone Young. Il 3 dicembre torna la “Lulu” di Alban Berg nella versione in tre atti affidata alla direzione di Ingo Metzmacher e alla regia di Willy Decker. Agneta Eichenholz, Angela Denoke, Bo Skovhus, Herbert Lippert e Franz Grundheber fra gli interpreti. Il 24 febbraio David McVicar firma il nuovo allestimento di “Ariodante” che avrà la direzione di William Christie e Sarah Connolly protagonista. Raramente ripresa dopo il debutto salisburghese nel 1947, “Dantons Tod” (La morte di Danton) di Gottfried von Einem arriva a Vienna il 24 marzo in un allestimento firmato da Josef Ernst Köpplinger e la direzione di Susanna Mälkki. Fra gli interpreti: Wolfgang Koch, Herbert Lippert, Jörg Schneider, Thomas Ebenstein e Olga Bezsmertna. Roberto Alagna e Elina Garanča saranno i protagonisti il 12 maggio di “Samson et Dalila” di Camille Saint-Saëns sotto la direzione di Marco Armiliato e la regia di Alexandra Liedtke. Chiude il cartellone delle novità l’11 giugno “Der Freischütz” con la regia di Christian Räth e la direzione di Tomás Netopil. Accanto al “Nibelungenring” per bambini di Hirofumi Misawa da Wagner e “Die arabische Prinzessin” di Juan Crisóstomo de Arriagas, una novità anche nella sala di Walfischgasse dedicata agli spettacoli per i più piccoli: il 28 gennaio “Cinderella” di Alma Deutscher con la regia di Birgit Kajtna. Fra gli altri appuntamenti in programma, Anna Netrebko e Piotr Beczala in “Adriana Lecouvreur” con Evelino Pidò sul podio, il 23 giugno il concerto di gala di Edita Gruberova, legata da quasi cinquant’anni al teatro viennese, e l’8 febbraio l’Opernball per la sessantaduesima volta.

Come altri grandi teatri lirici, anche la Staatsoper sara presente nella rete con il programma “Wiener Staatsoper live at home”, che proporrà circa 45 rappresentazioni nel sito www.staatsoperlive.com Nella prossima stagione confermata anche “Oper live am Platz” con la proiezione su grande schermo nella Herbert von Karajan-Platz di circa 20 spettacoli compresi “Il pipistrello” il 31 dicembre e il tradizionale concerto di Capodanno dei Wiener Philharmoniker il 1 gennaio del nuovo anno.

S.N.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto