Il prossimo festival di San Leo

Concerti nella Cattedrale e nella Fortezza del capoluogo del Montefeltro

News
classica
Per il 2017 il Festival di San Leo - la magnifica località dalle magiche atmosfere arroccata sui colli del Montefeltro, a pochi chilometri dalla riviera romagnola - prevede quattro concerti, distribuiti da giugno ad agosto. L'inaugurazione sarà il 15 giugno nella Cattedrale con il Coro della Cappella Sistina diretto da Mons. Massimo Palombella: questo gruppo vocale è uno dei più antichi e più prestigiosi al mondo, e dal 1471 tramanda l’immenso patrimonio di musica sacra della chiesa cattolica, a cui naturalmente dedicherà anche questo suo concerto. Gli altri concerti si svolgeranno nel torrione grande della Fortezza e prima del concerto gli spettatori potranno usufruire di una visita guidata del castello, celebre anche per essere stato la prigione di Cagliostro. Il 18 luglio il pianista armeno Hayk Melykian, vincitore di vari premi internazionali, presenterà musica armena - e non solo - del Novecento storico. Il 27 l’Ensemble Strumentale Scaligero, formato dalle prime parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, eseguirà brani di Bartok, Stravinsky e Piazzolla. Infine l’8 agosto chiuderà il festival il violinista Giuseppe Gibboni, talento emergente del concertismo internazionale, giovanissimo vincitore del programma di RAI 1 “Prodigi”, che dedicherà il suo recital ad alcune delle opere più significative e virtuosistiche scritte per il suo strumento, con Fabio Silvestro al pianoforte. Coronano il programma alcune masterclass di perfezionamento. Informazioni: tel.0541/916306, www.san-leo.it

M.M.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto