Il pianoforte del '900 a Roma

Cinque concerti con la musica per la tastiera da generazioni di compositori del ventesimo secolo

News
classica
Un concerto di Margherita Traversa interamente dedicato a Ravel apre martedì 13 giugno la rassegna al Teatro dei Conciatori. La rassegna prosegue fino al 25 giugno con altri quattro concerti, tutti affidati a pianisti della nuova generazione, già avviati a una più che promettente carriera, come Alessandro Stella (nella foto), che partecipa regolarmente al "Progetto Martha Argerich" di Lugano su invito dalla grande pianista argentina. Gli altri sono Sergio De Simone, Vincenzo Furio e Massimo Spada. I programmi mettono a confronto ravvicinato impressionismo francese, scuola di Vienna, futurismo russo, musica seriale, minimalismo americano e le cento altre facce del pianoforte del ventesimo secolo, passando da Debussy, Ravel e Berg a Boulez, Berio, Pärt e Adams, offrendo così una testimonianza della straordinaria varietà della musica dedicata al re degli strumenti durante il secolo scorso. Una particolare attenzione è data ai compositori delle varie repubbliche nate dalle ceneri dell'Urss, con musiche di Arvo Pärt, Pēteris Vasks, Valentin Silvestrov, Sofija Gubaidulina e Nikolaj Kaputsin.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

L'intellettuale milanese che ha guidato il Regio di Torino e il San Carlo di Napoli è morto il 21 luglio a Milano

classica

Il direttore inglese è il nuovo direttore artistico di Anima Mundi

classica

Pesaro: oltre al programma musicale, varie iniziative straordinarie per celebrare il centocinquantesimo anniversario della morte di Rossini