Il nuovo cartellone di Musica per Roma

Presentata la nuova stagione

News
oltre
Con tanto di introduzione musicale offerta dalla New Talents Jazz Orchestra di Mario Corvini, è stata presentata al Parco della Musica, la nuova Stagione 2016-2017 della Fondazione Musica per Roma. Il Presidente della Fondazione, Aurelio Regina, ha sottolineato la forza di questo complesso, dove la commistione di generi e di eventi ha consentito di raggiungere risultati di estrema ec-cellenza a livello di pubblico. Ha inoltre evidenziato come la contribuzione pubblica rappresenti al momento circa il 25% delle risorse – mentre per altre istituzioni si arriva all’80% – grazie allo sforzo di razionalizzazione dei costi e alla ricerca della massima efficenza qualitativa.

L’amministratore delegato José R. Dosal, ringraziando tutti coloro che lo hanno aiutato nel suo primo anno di per-manenza a Roma, ha ricordato come il pubblico, vero protagonista della vita dell’Auditorium, sia stato interpellato sul gradimento delle proposte attraverso dei sondaggi mirati. I risultati sono stati importanti per la nuova programmazione, nella quale sono stati mantenuti i grandi format che hanno riscosso successo, come “Luglio suona bene” o “Libri come”. Dosal ha pure evidenziato la sempre maggiore attenzione alle famiglie (con le proposte del nuovo format di “Auditorium Family”), nonché alcune parole chiave fondamentali nelle sue scelte: giovani, internazionalizzazione, interazione con la città, condivisione sul web e sui social (a cominciare dall’emblematico #iloveauditorium). A fronte dei circa 500 eventi che sono stati offerti nel periodo tra gennaio e ottobre 2016, diventa ovviamente arduo sintetizzare le proposte per la nuova “Stagione delle Arti” che arriverà fino a luglio 2017. In anteprima, tra l’altro, è stata annunciata una trattativa per poter avere la presenza di Bob Dylan, appena insignito del Premio Nobel. Non sarà inutile comunque ricordare nomi come quelli di Patty Smith, Vinicio Capossela, Baustelle, Richard Galliano, Pat Metheny, Luca Carboni, Fiorella Mannoia, Tiromancino, Gigi Proietti (a proposito del quale José R. Dosal ha ricordato che sommando tutti gli spettatori presenti ai suoi spettacoli si sarebbe potuto riempire lo stadio Olimpico). Non mancheranno le grandi rassegne, come Roma Jazz Festival, Festival delle Scienze, Roma Gospel Festival, ma l’Auditorium ospiterà anche – novità della prossima primavera – la prima edizione del Roma Rock. www.auditorium.com

Giorgio Cerasoli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

oltre

Il Ministro Franceschini apre alla possibilità di quote radio per la musica italiana nella nuova legge sullo spettacolo

oltre

Decima edizione per il festival di Bronson Produzioni, con Ulver, Stian Westerhus, Lorenzo Senni...

oltre

Il 25 novembre a Forlì la settima edizione del Festival di Musica Contemporanea Italiana curato da Fabrizio Ottaviucci per Area Sismica