Il futuro della Verdi

La stagione dell'orchestra milanese

News
classica
La stagione 2017 dell'Orchestra Verdi, pur segnata dall'assenza del suo fondatore Luigi Corbani dimissionario lo scorso anno, si presenta ricca di certezze. In primo luogo è arrivato il tanto auspicato stanziamento del ministrero (4milioni di Euro) che finalmente appianerà molte difficoltà gestionali, poi la riconferma a direttore aristico di Ruben Jais, i tradizionali appuntamenti con la Nona di Beethoven al prossimo capodanno diretta Claus Peter Flor, presenza costante in tutto il cartellone, e la Passione secondo Matteo di Bach durante la Settimana Santa con Ruben Jais sul podio. Non manca nemmeno la trasferta alla Scala a settembre con la Suite Arlesienne di Bizet, il Concerto per pianoforte di Ravel (solista Alexande Thereud) e la Nona di Dvořák diretti da Patrick Fournillier, così come a novembre in sede il Requiem di Verdi diretto da Elio Boncompagni. A fine anno invece finisce il rapporto del direttore musicale Zhang Xian, che però compare ancora in quattro serate, il 15 gennaio con un programma Suppé, J. Strauss jr e il raro Concerto per violoncello e fiati di Friedrich Gulda (solista Andreas Brantelid), il 10 marzo con musiche di Prokof'ev e Rimskij-Korsakov, il 25 maggio con la Sinfonia n. 25 di Mozart e Das Lied von der Erde di Mahler e di nuovo con la Settima di Mahler il 4 giugno. Da segnalare fra i tanti appuntamenti: il 26 gennaio la Nona di Bruckner abbinata all'Imperatore di Beethoven (solista Gabriele Carcano) con Flor sul podio, nuovamente impegnato il 23 novembre nella Nona di Mahler; mentre John Axelrod il 18 maggio dirigerà in forma di concerto Gianni Schicchi di Puccini e il 5 ottobre Tod und Verklärung di Strauss e la Prima di Mahler. Oltre ai concerti canonici sono da ricordare la serata del 27 maggio dedicata a Fiorenzo Carpi, pilastro musicale del Piccolo Teatro, e le esecuzioni delle colonne sonore di film come Nosferatu di Murnau o Ritorno al futuro di Zemeckis, con le relative proiezioni. www.laverdi.org

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto