I numeri di Crossroads

Al via a fine febbraio il festival dell'Emilia Romagna

News
jazz
Edizione numero 17, 98 giorni, una ventina di città, oltre 50 concerti, e circa 500 artisti coinvolti: sono i numeri di Crossroards, il festival di "Jazz e altro" in Emilia Romagna che è punto fermo degli appassionati del genere da tempo. L'edizione 2016, appena annunciata, parte il 27 febbraio e prosegue fino al 4 giugno, in varie location su tutto il territorio della regione. Organizza Jazz Network, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e altre istituzioni. Un occhio al programma offre una bella panoramica sul jazz italiano, e non solo: uno dei fili conduttori viene dai tre artisti "in residence" Paolo Fresu, Enrico Rava e Fabrizio Bosso. Fra i molti nomi stranieri, segnaliamo almeno Gonzalo Rubalcaba, Giovanni Hidalgo, Nicole Mitchell, Dave Holland, Horacio "El Negro" Hernandez e Jose Armando Gola, il trio del contrabbassista Avishai Cohen, Michel Camilo (questi ultimi due nell'ambito di Ravenna Jazz), due leggende della musica africana come Tony Allen e Ladysmith Black Mambazo, Michel Portal e Vincent Peirani , Rob Mazurek col Chicago Underground Duo, e Jaques Morelenbaum. Qui per il programma completo.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

La selezione del jazz del mese secondo i giornalisti dello Europe Jazz Network

jazz

Addio al musicista americano, fondatore della AACM

jazz

Fino al 12 dicembre ParmaJazz, il festival diretto da Roberto Bonati