I dieci anni del Festival dell’Ensemble L’arsenale 

A Treviso dal 28 giugno tre concerti con pezzi inediti e linguaggi musicali diversi a confronto 

News
classica
Ensemble L'Arsenale (Foto Matteo De Mayda)
Ensemble L'Arsenale (Foto Matteo De Mayda)

Festeggia i suoi primi dieci anni il festival organizzato a Treviso dell’Ensemble L’arsenale, quest'anno realizzato in collaborazione con Asolo Musica e con il sostegno dal progetto Classici di Oggi. I tre concerti in programma si svolgeranno nel complesso monumentale e museale di Santa Caterina a Treviso, sede dell’ensemble fondato nel 2005 nella città veneta da giovani musicisti e compositori sotto la direzione artistica e musicale di Filippo Perocco. 

Si apre il 28 giugno con il duo pianistico Anna D’Errico-Alfonso Alberti, che in “Elogio della danza” propongono un panorama sintetico della letteratura più recente per due pianoforti. In programma la Sonata per due pianofortidi Salvatore Sciarrino, i Drei Stücke für zwei Klavieredi György Ligeti, un lavoro di Hugues Dufourt e La valsedi Maurice Ravel. Il 5 luglio con “Il ruvido delirio”, L’Ensemble L’arsenale sotto la direzione di Filippo Perocco e il quartetto vocale Tenore Su Remediu di Orosei mettono a confronto i canti a tenore della tradizione sarda con il mondo sonoro inedito di strumenti reinventati o non convenzionali come il daxophone. Nel programma del concerto due pezzi inediti di Giovanni Verrando e di Ansgar Beste commissionati per l’occasione da L’arsenale. Chiusura il 6 luglio con “Dancing in the Dark” che propone il gruppo Blow Up Percussion in un programma di ispirazione rock con brani di Bryce Dessner dei The National, Julia Wolfe, cofondatrice di Bang on a Can, e Francesco Filidei. 

Informazioni: http://festival.larsenale.com/

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il direttore inglese è il nuovo direttore artistico di Anima Mundi

classica

Pesaro: oltre al programma musicale, varie iniziative straordinarie per celebrare il centocinquantesimo anniversario della morte di Rossini

classica

Ravenna: la quarta edizione dell'Italian Opera Academy