I 70 anni del Festival di Aix-en-Provence

L’ultima edizione diretta da Bernard Foccroulle con due prime assolute

News
classica

Mentre l’edizione annuale è ancora in corso, è stata presentato il programma 2018 del Festival di Aix-en-Provence, che si svolgerà nella cittadina provenzale fra il 4 e il 24 luglio. Quella del 2018 sarà la settantesima edizione e l’ultima diretta dall’attuale direttore Bernard Foccroulle, che dal 2019 cederà la guida a Pierre Audi.

Sei le produzioni in programma, delle quali due saranno presentate in prima assoluta. La prima, già prevista nel 2016 e rinviata per motivi di bilancio, è Seven Stones del praghese Ondrej Adámek (nella foto), lavoro per quattro cantanti solisti e dodici coristi su libretto del poeta islandese Sjón. La seconda sarà Orfeo & Majnun, opera partecipativa sul mito di Orfeo di Moneim Adwan, Howard Moody e Dick van der Harst nell’inedita cornice del centralissimo Cours Mirabeau con il coinvolgimento dell’Orchestra dei Giovani del Mediterraneo e cori amatoriali delle scuole e associazioni della regione.

Nel segno del classico le altre quattro produzioni in cartellone. Lo spazio all’aperto del Théâtre de l’Archevêché accoglierà la nuova produzione di Ariadne auf Naxos con la regia di Katie Mitchell, presenza assidua a Aix nelle ultime stagioni e la direzione musicale di Marc Albrecht alla guida dell’Orchestre de Paris. Nel cast: Lise Davidsen, Eric Cutler e Sabine Devieilhe. Con l’opera di Strass si alternerà Dido and Aeneas nella nuova produzione firmata da Vincent Huguet con l’Ensemble Pygmalion diretto da Václav Luks e Kelebogile Pearl Besong e Tobias Greenhalgh protagonisti. Due produzioni in alternanza anche al Grand-Théâtre de Provence. La prima è la ripresa del Zauberflöte firmato da Simon McBurney questa volta con l’Ensemble Pygmalion diretto da Raphael Pichon. La seconda sarà la nuova produzione de L’angelo di fuoco di Sergej Prokofjev con la regia di Marius Trelinski e la direzione di Kazushi Ono alla testa dell’Orchestre de Paris.

Confermata anche nel 2018 la ricca offerta formativa dell’Académie du Festival de Aix, che quest’anno compie 20 anni. In programma classi di musica da camera condotte da András Keller, David Alberman e Tabea Zimmermann, di recital vocale con il baritono Stéphane Degout e di canto mozartiano con Susanna Eken. E non mancherá nel 2018 anche la rassegna “Aix en juin”, preludio al festival maggiore nella regione di Aix, giunto alla sesta edizione.

(S.N.)

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto