Herreweghe apre il Bologna Festival

Il 16 marzo con Haydn

News
classica
Il 16 marzo, con "La creazione" di Haydn (diretta da Philippe Herreweghe alla guida del Collegium Vocale Gent e dell'Orchestre des Champs-Élysées), torna Bologna Festival. 33 le stagioni concertistiche che si vanno a contare quest'anno, prezioso esempio di continuità progettuale che ancora una volta porterà a Bologna i nomi di maggior richiamo del panorama internazionale, da Vladimir Jurowski ad András Schiff, da Mario Brunello a Isabelle Faust (quest'ultimi in un inedito duo voluto proprio dalla direzione artistica di Bologna Festival, come sempre nelle solide mani di Mario Messinis), nuovi talenti e un programma, Il Nuovo L'Antico, che va ad accostare repertori classici e pre-classici ad approfondimenti novecenteschi e che nel 2014 avrà come tema la Triade polacca, ovvero Fryderyk Chopin, Karol Szymanowski, Witold Lutosławski.

a.ra.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto