Haendel e Stravinskij nel 2015 di Aix

In cartellone anche due prime assolute di Sokolović e Dove

News
classica
Mentre l'edizione 2014 si avvia a conclusione, il direttore generale Bernard Fouccroulle ha presentato la programmazione dell'edizione 2015 del Festival d'Art Lyrique di Aix-en-Provence 2015. Qualche novità ma anche molti gli elementi di continuità con l'edizione di quest'anno; fra questi, la presenza in residenza per il secondo sui tre previsti della Freiburger Barockorchester. La compagine tedesca sarà coinvolta nell'Alcina di Haendel, secondo titolo del ciclo dedicato al compositore, con Andrea Marcon sul podio, la regia di Katie Mitchell e Patricia Petibon e Philippe Jaroussky protagonisti, e nel mozartiano Ratto dal Serraglio diretto da Jérémie Rhorer con la regia di Martin Kušej (Jane Archibald e Daniel Behle fra gli interpreti). L'Opéra de Lyon fornirà le propria compagine per l'inedito dittico formato da Iolanta di Caikovskij e Perséphone di Igor Stravinskij, prima tappa di un percorso dedicato al compositore di origine russa in programma nelle edizioni future del festival. A curarne la messa in scena sarà Peter Sellars, mentre la direzione musicale sarà affidata a Theodor Currentzis. L'orchestra dell'Opéra de Lyon e il suo direttore musicale Kazushi Ono saranno coinvolti nel Sogno di una notte d'estate di Britten, che torna nello storico allestimento di Robert Carsen, tenuto a battesimo proprio sulla scena del cortile dell'Archevêché nel 1991. In scena, Sandrine Piau come Titania e Lawrence Zazzo come Obéron. Altro ritorno "a grande richiesta" il ciclo schubertiano del Winterreise con Matthias Goerne e le proiezioni di William Kentridge.
Se l'edizione in corso è stata avara di novità, nel 2015 saranno ben due le creazioni: Svadba (Matrimonio) di Ana Sokolović (nella foto) e Il mostro del labirinto di Jonathan Dove. La prima è un'opera per sei voci a cappella ispirati a racconti popolari della tradizione serba, affidata ai giovani dell'Accademia europea di musica (Dairine Ni Mheadhra curerà la direzione musicale, mentre Ted Huffman e Zack Winokur assicureranno la regia). Il secondo progetto, a forte vocazione didattica, nasce da un'iniziativa congiunta di Aix, Berliner Philharmoniker e London Symphony Orchestra e sarà diretto da Simon Rattle alla testa dell'Orchestra dei Giovani del Mediterraneo, della London Symphony e un coro amatoriale formato da abitanti di ogni età delle comunità locali. Dopo Aix, lo spettacolo si vedrà anche a Berlino e Londra.
Fra i concerti, si segnalano quelli del coro MusicAeterna nelle Noces di Stravinsky diretto da Theodor Currentzis, della London Symphony diretta da Simon Rattle con Krystian Zimerman nel Primo concerto di Brahms, della Freiburger Barokorchester diretta da Pablo Heras-Casado.
Stefano Nardelli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto