Gregoriano e contemporaneo

Firenze: le novità di Play It!

News
classica
Per l'edizione 2016, Play It !, la rassegna di musica contemporanea italiana dell'Orchestra della Toscana ideata da Giorgio Battistelli, rinnova in gran parte i propri contenuti. Nei tre concerti.in programma (16, 23, 30 settembre) con la direzione di Fabio Maestri, Tonino Battista e Daniele Rustioni (il direttore principale dell'Ort), Play IT ! Allarga i suoi obiettivi ad una panoramica sugli autori contemporanei dell'Est europeo e ex- Urss, Vasks, Mansurian, Kancheli e Pärt, concerti del 16 e 23, e, nell'ultima data, all'indagine sul Novecento storico italiano, a cui l'Ort dedica una propria iniziativa discografica,. con un cd della Sony Classical dedicato a Giorgio Federico Ghedini, a cui seguiranno altri cd dedicati a altri autori. E proprio Ghedini (“Appunti per un Credo”) e Petrassi (Secondo Concerto) sono gli “storici” presenti il 30, affiancati alle due autrici chiamate a rappresentare il contemporaneo italiano vero e proprio, Daniela Terranova (“Stasis in Darkness. Then the Blue”, 2013-14) e Alessandra Ravera (“L'impeto come acqua sgorga”, 2013). Un'altra novità sorprendente per una rassegna di musica contemporanea, ma sicuramente non sgradita al pubblico fiorentino: i tre concerti saranno introdotti dal canto gregoriano del coro Viri Galilei di Enzo Ventroni, a segnare un legame evidente con la tensione spirituale presente in molti degli altri pezzi della rassegna. Programma completo: www.orchestradellatoscana.it

E.T.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

L'intellettuale milanese che ha guidato il Regio di Torino e il San Carlo di Napoli è morto il 21 luglio a Milano

classica

Il direttore inglese è il nuovo direttore artistico di Anima Mundi

classica

Pesaro: oltre al programma musicale, varie iniziative straordinarie per celebrare il centocinquantesimo anniversario della morte di Rossini