Grandi classici all’Arena di Verona

Il neo-Commissario Fuortes rassicura che la stagione estiva si svolgerà regolarmente

News
classica
Dopo le recenti tensioni che hanno scosso la Fondazione Arena di Verona, il neo Commissario straordinario Carlo Fuortes usa toni rassicuranti: “la Stagione Lirica si svolgerà regolarmente. Tutte le componenti del Teatro sono al lavoro per la perfetta riuscita del 94° Festival Lirico. Particolarmente positivo è il dato sui flussi di vendita di questi giorni, che sono superiori a quelli del 2015.” Rassicurante anche il cartellone che per la 94^ edizione dell’Opera Festival ripropone allestimenti rodatissimi per cinque titoli fra i più collaudati del repertorio areniano per un totale di 46 serate. Si inaugura il 24 giugno con “Carmen” nell’allestimento di Franco Zeffirelli con i costumi di Anna Anni. Nelle 13 recite in programma si alterneranno alla direzione d’orchestra il direttore principale della Fondazione Arena Xu Zhong e Julian Kovatchev. Fra gli interpreti anche Erwin Schrott nei panni del torero Escamillo in alcune delle recite in programma. L’immancabile “Aida” nella storica regia di Gianfranco De Bosio con le scene archeologiche di Ettore Fagiuoli apre il 25 giugno la serie di 15 repliche. Tre le presenze sul podio: Julian Kovatchev, Andrea Battistoni e Daniel Oren. Nella lunga lista di interpreti spicca la presenza di Ambrogio Maestri che vestirà i panni di Amonasro in quattro rappresentazioni. Dal 2 luglio torna per 7 recite “La traviata” nell’allestimento del 2011 di Hugo de Ana. Due i direttori previsti, Jader Bignamini e Fabio Mastrangelo, come le protagoniste Nino Machaidze e Ekaterina Bakanova e i tenori Francesco Demuro e Saimir Pirgu. Seguirà il 23 luglio “Turandot” ancora con la regia e le scene di Franco Zeffirelli e i costumi di Emi Wada. Andrea Battistoni salirà sul podio per tutte le 5 recite in programma. Per i ruoli principali sono previsti le Turandot di Oksana Dyka e Tiziana Caruso, i Calaf di Dario Di Vietri e Carlo Ventre e le Liù di Elena Rossi e Donata D’Annunzio Lombardi. Chiude la rassegna il 6 agosto “Il trovatore” anche questo nell’allestimento di Franco Zeffirelli con i costumi di Raimonda Gaetani. Marco Berti e Murat Karahan si alterneranno nel ruolo di Manrico, Simone Piazzola e Artur Rucinsky in quello del Conte di Luna, Hui He e Monica Zanettin in quelli di Leonora, mentre Violeta Urmana sarà Azucena in tutte le recite. Accanto al programma lirico, anche quest’anno l’Arena ospiterà lo spettacolo evento Roberto Bolle and Friends il 18 luglio.

s.n.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto