Glenn Branca, 1948-2018

Addio al chitarrista e compositore americano, maestro dell'avanguardia 

News
oltre
Glenn Branca morte

È morto ieri per un cancro alla gola Glenn Branca: aveva 69 anni. Lo ha annunciato tramite un post su Facebook la moglie del musicista, la chitarrista Reg Bloor: "la sua produzione musicale – ha scritto Bloor – è solo una frazione delle idee che aveva in ogni singolo giorno. La sua influenza sul mondo della musica è incalcolabile".

Branca, nato nel 1948 in Pennsylvania, aveva studiato a Boston e si era trasferito a New York nella seconda metà degli anni Settanta. Lì avrebbe fondato insieme a Jeff Lohn i Theoretical Girls, band di scarsa fortuna e breve durata ma di impatto profondo sulla scena newyorkese della cosiddetta No Wave. Negli anni successivi Branca continua a sperimentare con la chitarra elettrica, con grandi organici e sull'uso di accordature alternative, noise, feedback, bordoni... fino a costruire strumenti nuovi, cetre e chitarre azionate da martelletti.

Del 1981 è l'album The Ascension, anch'esso grandemente influente sulla scena alternativa degli anni ottanta. Negli stessi anni Branca lancia la Neutral Records, che pubblica il disco di debutto dei Sonic Youth, mentre avvia la sua carriera di compositore, lavorando sia con orchestre, nel segno di un minimalismo aspro e cacofonico, sia con gruppi più ridotti. 

Nel 2001 dirige un'orchestra di 100 chitarre elettriche alla base delle torri gemelle, qualche mese prima dell'11 settembre. Attivo negli ultimi anni, aveva presentato nuove composizioni in Europa, Australia e Stati Uniti.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

oltre

Tre giorni gratuiti con Pierre Bastien, Lubomyr Melnyk, Pilia/Pupillo e gli Zu (riuniti) con Mats Gustafsson

oltre

Dal 27 maggio al 10 giugno a Verona la quinta edizione del Festival della Bellezza

oltre

Presentate le stagioni estive della Fondazione Toscanini e del Teatro Due