Firenze: suona la Villa Romana

Dal 17 giugno Firenze Revolutionary Road

News
classica
Firenze Revolutionary Road è il titolo dato al ricco programma di concerti del 17-18 giugno per la settima edizione di music@villaromana, rassegna di musica contemporanea curata da Francesco Dillon (nella foto) e Emanuele Torquati a Villa Romana sulla via Senese, importante centro di cultura e arte tedesca. Altri concerti si svolgeranno in autunno, intanto, per questa due giorni, abbiamo il Fidelio Trio che parte da una trascrizione d'epoca della “Notte trasfigurata” schoenberghiana e tocca pagine recenti di Antonio Fuentes, Luke Bedford, Donnacha Dennehy (17), e il sassofonista David Brutti in due set differenti (17 e 18) spaziando fra Terry Riley, Steve Reich, John Cage e Mondoog anche in compagnia di pedali e di elettronica “low-fi” in collaborazione con Marco Momi e Sanna. Da segnalare sabato anche la fascinosa presenza delle Onde Martinot affidate alla virtuosa Nadia Ratsymandresy, musicista delle Antille di stanza a Parigi, con pagine di Messiaen, Tristan Murail, Koukias. In chiusura il set della peruviana (ma vive a New York) Maria Chavez, figura di spicco del “turntablism” (ovvero l’arte di “suonare” il giradischi). Ingresso libero, info 055221654.

E.T.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi

classica

Il pianista Andrea Lucchesini sarà il nuovo direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana

classica

Otto produzioni operistiche e un ricchissimo programma di concerti fino al 30 agosto