Europe Jazz Media Chart, il meglio di gennaio

La selezione del jazz del mese secondo i giornalisti dello Europe Jazz Network

News
jazz

Ogni mese lo Europe Jazz Network – la rete europea di operatori del settore jazz – stila la Europe Jazz Media Chart, una selezione mensile dei migliori titoli usciti, curata da un pool di giornalisti specializzati. Ecco la "classifica" di gennaio 2017.


Europe Jazz Media Chart – Gennaio 2017

Anne Yven, Citizenjazz.com: PLAISTOW, Live at Bimhuis (DYFL)

Luca Vitali, il giornale della musica: ZENO DE ROSSI, Zenophilia (Auand)

Axel Stinshoff, Jazz thing: THEO BLECKMANN, Elegy (ECM)

Madli-Liis Parts , Muusika: THEO BLECKMANN, Elegy (ECM)

Rui Eduardo Paes, jazz.pt: ROVA ORKESTROVA, No Favorites! - For Lawrence ’Butch' Morris (New World Records)

Paweł Brodowski, Jazz Forum: ANNA MARIA JOPEK & GONZALO RUBALCABA, Minione (Universal Music Polska)

Mike Flynn, Jazzwise: MORTEN SCHANTZ, Godspeed (Edition)

Anna Filipieva, Jazz.Ru: CHRIS THILE AND BRAD MEHLDAU, Chris Thile & Brad Mehldau (Nonesuch)

Jan Granlie, Salt Peanuts: SPUNK, Still Eating Ginger Bread for Breakfast (Rune Grammofon RCD 2188)

Christine Stephan, Jazzthetik:  ANDREAS SCHAERER, The Big Wig (ACT)

Henning Bolte, Jazzism: KIKI MANDERS, Love Is Yours Is Mine (Unit Records)

Magnus Nygren, Orkester Journalen: ANGLES9, Disappeared behind The Sun (Clean Feed)

Cim Meyer, Jazz Special: EYOLF DALE, Wolf Valley (Edition)

Lars Mossefinn, Dag og tid: ERIK LØKRA VOLUNTEER QUARTET, Steady Bear (Just for The Records)

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

La Federazione del Jazz Italiano sigla un importante protocollo d'intesa con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali

jazz

È Keith Jarrett il Leone d’oro alla carriera per la musica 2018. Leone d'argento a Sebastian Rivas

jazz

Il festival di Piacenza torna dal 17 febbraio al 25 marzo: debutto con il progetto di Mauro Ottolini su Luigi Tenco