Concerti a Palazzo Barberini

Dal 26 giugno il Rome Chamber Music Festival

News
classica
Si svolgerà dal 26 al 30 giugno il Rome Chamber Music Festival, che, dopo aver girovagato per varie sedi, tutte di particolare pregio artistico, da qualche anno è approdato a Palazzo Barberini, nel grande salone affrescato da Pietro da Cortona. È la tredicesima edizione di questo festival, fondato e diretto dal celebre violinista americano Robert McDuffie e presto divenuto un appuntamento molto atteso dell'estate romana. Quest'anno vi prendono parte sedici strumentisti affermati internazionalmente - tra cui Yoon Kwon, Lawrence Dutton, Alfonso Gonzalez Barquin, Alessandro Carbonare, Antonio Lisy, oltre a McDuffie stesso - che si assumeranno anche il compito di coach di ventitre giovani talenti provenenti da vari continenti. Spaziando dalla classica alla contemporanea, il programma pesca nel mare magnum della musica da camera, tra cui molti sono i capolavori di rara esecuzione, come il Quintetto e l'Ottetto per archi di Mendelssohn, scelti per il concerto inaugurale (il 26 a invito, il 27 aperto al pubblico). Il 28 il Quartetto per piano e archi K 493 di Mozart e il Sestetto op. 37 di Dohnanyi. Il 29 Schubert, Prokofiev e L'Histoire du soldat di Stravinskij, con la regia di Enrico Stinchelli e la direzione di Carlo Rizzari. Il 30 il Quartetto op. 96 “Americano”, capolavoro cameristico di Dvorak, e una sorpresa: il Concerto per rock band, violino e quintetto d’archi di Mike Mills, bassista e compositore della leggendaria rock band R.E.M., che parteciperà a questa prima europea del suo brano anche in veste di esecutore al basso e al pianoforte.

M.M.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

L'intellettuale milanese che ha guidato il Regio di Torino e il San Carlo di Napoli è morto il 21 luglio a Milano

classica

Il direttore inglese è il nuovo direttore artistico di Anima Mundi

classica

Pesaro: oltre al programma musicale, varie iniziative straordinarie per celebrare il centocinquantesimo anniversario della morte di Rossini