Bonn per Beethoven

Il Beethovenfest dal 9 settembre

News
classica
Dal 9 settembre al 9 ottobre a Bonn, col motto ‘Revolutionen”, il Beethovenfest proporrà anche quest’anno la propria ricca serie di eventi musicali nella città che diede i natali al celebre Ludwig. Dunque le due principali rivoluzioni che il vecchio continente ha visto nella propria storia – quella francese e quella russa – con le risposte che dall’arte sono arrivate a questi grandi eventi, ma anche il concetto di rivoluzione in musica. Ecco allora, dando uno sguardo al programma dei concerti, il senso della presenza di brani come, per esempio, la “Messe solennelle pour le sacre de Napoléon” di Étienne-Nicolas Méhul, oppure la “Cantata per il XX anniversario della Rivoluzione di ottobre” di Prokofiev, lasciando alle “Variazioni su un tema dell’Eroica” il compito di rappresentare il ‘rivoluzionario’ Beethoven. Da sottolineare la presenza di complessi come l’Orchestre National du Capitole de Toulouse, la Mahler Chamber Orchestra, la Bayerisches Staatsorchester e la London Symphony Orchestra e di solisti del calibro di Frank Peter Zimmermann o Konstantin Scherbakov. Ma nel calendario organizzato anche quest’anno dalla direttrice artistica Nike Wagner trovano posto anche diversi nomi italiani: per i compositori si va dal Verdi cameristico fino a Gian Francesco Malipiero e al Luigi Nono de “La fabbrica illuminata”, mentre tra gli interpreti vanno citati l’Ensemble Zefiro e il Quartetto di Venezia.

Giorgio Cerasoli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il 26 giugno nel Ridotto dei Palchi "Claudio Abbado e la riscoperta di Fierrabras", un incontro per ricordare la rinascita moderna dell'opera nel 1988 a Vienna

classica

Presentata la nuova stagione del Palau de les Arts

classica

Un grave lutto ha colpito la IUC e tutto il mondo musicale romano e italiano