Barocco d'inverno

Il Centro di Musica Barocca di Venezia organizza la sua prima stagione concertistica invernale

News
classica
Dopo tre edizioni del Festival Monteverdi-Vivaldi, il Centro di Musica Barocca di Venezia ha presentato una nuova iniziativa destinata ad arricchire l'offerta musicale della città lagunare nei mesi invernali (con un'appendice in maggio). In programma sei concerti, tutti affidati alla formazione specializzata nel repertorio barocco, Il Pomo d'Oro, fondata nel 2012 dal violinista Riccardo Minasi (nella foto). Lo stesso Minasi sarà impegnato nel doppio ruolo di direttore e solista del concerto che apre la rassegna il prossimo 21 dicembre al Teatrino di Palazzo Grassi, "Concerti per l'Imperatore" con musiche di Telemann, Vivaldi e Bach. Violoncello e clavicembalo saranno i protagonisti dei due concerti in programma il 10 e 17 gennaio. Al Teatro La Fenice il giovane Edgar Moreau, già vincitore di concorsi internazionali come il Rostropovich e il Concorso internazionale Ciaikovsky, sarà impegnato nei quattro concerti per violoncello di Boccherin, Platti, Vivaldi e Carlo Graziani, mentre per i concerti per clavicembalo di Bach e Haydn (oltre che per composizioni del veneziano Giovanni Picchi) in programma al Teatrino di Palazzo Grassi sarà la volta del russo Maxim Emelyanychev. A Carnevale in arrivo canzoni da battello, in cartellone il 6 febbraio con la voce di Vincenzo Capezzuto accompagnato al mandolino da Simone Vallerotonda. Per il viaggio musicale dal gotico al barocco con musiche, al Pomo d'Oro si affiancherà La Fonte Musica, ensemble specialista del repertorio pre-barocco, nel concerto del 14 marzo che prevede musiche di Johannes Ciconia, Dario Castello e Guillaume Dufay. Chiude la rassegna il 21 maggio al Teatro Goldoni il mezzosoprano Ann Hallenberg impegnata in un recital di arie di Agrippina tratte da opere di compositori come Händel, Giacomo Antonio Perti, Giovanni Legrenzi, Carl Heinrich Graun, Giovanni Battista Sammartini e Giuseppe Maria Orlandini. Per la realizzazione del nuovo ciclo il Centro di Musica Barocca di Venezia si avvale della collaborazione di importanti istituzioni culturali che operano nella città come la Fondazione François Pinault, la Fondazione Teatro La Fenice e il Teatro Stabile del Veneto.

Stefano Nardelli

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La scomparsa del baritono: aveva 55 anni

classica

Napoli: Fanciulla del West diretta da Valčuha

classica

Nicola Sani lascia “consensualmente” l’incarico; proposto come sostituto Fulvio Macciardi